Sinistra da sballo.

In questi giorni vedo che si fa un gran parlare, nei confronti di Berlusconi, dell’applicazione di un cosiddetto Blind Trust. Ma che cos’e’ un Blind Trust, e perche’ si tratta di pura ipocrisia, non lo spiega nessuno. Quindi lo faccio io.

Il Blind Trust e’ un’invenzione mediata dall’ipocrisia anglosassone. I paesi anglosassoni, tra i piu’ ipocriti del mondo, hanno stabilito quanto segue. Se un candidato che vince le elezioni ha un’azienda, diciamo che vende carne di pollo, allora quando vince l’azienda viene assegnata ad una serie di soci che dovrebbero gestirla TENENDO LUI DEL TUTTO ALL’ OSCURO.

Ora, che una persona come il presidente Usa sia “all’oscuro” dell’andazzo di un’azienda, specialmente e fosse quotata in borsa, e’ ridicolo. Le aziende quotate in borsa pubblicano bilanci, dividendi, eccetera.

E’ sempre possibile (e auspicabilmente lo dovrebbe essere al massimo) stabilire quale sia lo stato di salute di un’azienda quotata in borsa e poter fare delle analisi. In che modo il “Blind Trust” possa agire nel buio, senza che il presidente sappia nulla , e’ tutto da dimostrare. Infatti si tratta di un atto puramente formale, dal singnificato puramente simbolico.

Ma supponiamo che il nostro presidente sia titolare di una societa’ a socio unico NON quotata in borsa. A questo punto, se gliela tolgono , si dira’ , il Blind Trust gestira’ l’azienda nel segreto e il presidente non sapra’ come aiutarla.

Anche questo e’ ridicolo.

Per prima cosa, dopo 20 anni che una persona manda avanti un’azienda, spesso SA BENISSIMO quali siano i principali problemi del settore. Berlusconi sa benissimo quali siano i problemi di raccolta di pubblicita’ di Mediaset, in che modo affidando Mediaset ad un Blind Trust dovrebbe dimenticare tali informazioni?

Anche ammesso che il premier dimentichi come si gestisce un impero televisivo e quali siano i suoi bisogni GENERALI, rimane un problema: PRIMA DI essere eletto il padrone dell’azienda puo’ tracciare una roadmap.

Diciamo che il nostro pollivendolo dira’ “nei prossimi quattro anni investiremo nella catena di distribuzione nepalese”. Poi, andato al potere, il Blind Trust prende in mano l’azienda e fa comunque quanto stabilito. Guarda caso, il presidente detassa le esportazioni di polli verso il nepal.

Tanto poco basta a bypassare il blind trust.

In definitiva, il Blind Trust e’ un atto formale di un mondo politico, quello anglosassone, tra i piu’ ipocriti e moralisti del mondo. Portiamo in Italia la cosa: supponiamo che domani Mediaset passi sotto il controllo di un Blind Trust.

Da quel momento, Berlusconi non sapra’ piu’ cosa faccia MEdiaset, non sapra’ piu’ quali siano i suoi avversari (quindi avra’ dimenticato che indebolendo la RAI si rafforza lui) , avra’ dimenticato eventuali problemi con le leggi d’autore e il pagamento dei diritti, e cosi’ via. Cosi’ come avra’ dimenticato che essendo Mediolanum sua, (il Blind Trust ovviamente produce amnesia) un accordo con le Poste italiane sia vantaggioso.

Ovvio, no?

Ma allora, perche’ la sinistra parla e parla di Blind Trust?

La prima ragione e’ che il Blind Trust e’ una cosa inglese. Pronunciarla fa figo e ogni persona di sinistra vuole sentirsi Moderna e Al Passo Coi Tempi (TM). Il secondo motivo e’ che questa sigla ne fa dimenticare un’altra: ANTI TRUST.

Anni fa si faceva un gran parlare di antitrust. Un’autorita’ VERA in grado di spezzare la concorrenza sleale e di combattere gli “incumbent” (nome di comodo dato ai monopolisti che ci piaccono e ci finanziano il partito).

Solo che non si puo’ fare una antitrust che colpisca solo Berlusconi. Se si facesse un’antitrust, questa dovrebbe colpire Telecom, Autostrade, Enel, Alitalia, eccetera. Dovrebbe esaminare la posizione di Albi e Ordini.

Tantopiu’ che sarebbe difficilissimo impedire che a gestirla sia Mario Monti, per fare un nome.

E allora cosa si fa? Si prende “antitrust” e si sostituisce con “blindtrust”. La meta’ degli elettori di sinistra non sa che cazzo sia e pensera’ di aver sentito male.Gli altri la pensano come il capo, e se il capo pensa “blindtrust”, allora “antitrust” e’ di destra e sei contro di loro.

Il risultato sara’ che tante buone intenzioni di fare una Antitrust si degraderanno fino ad ottenere, al massimo, una volgare legge sul Blind Trust, che scimmiottera’ con ipocrisia italiana l’ipocrisia anglosassone, e non risolvera’ il problema.

Ma ovviamente, il Blind Trust e’ Moderno e Al Passo Coi Tempi(TM), quindi Blind Trust e’ bbbelllllo.

Ccioe’, nnon so se mi spiego. Cciioe’, capito?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...