Dal lontano passato

Attenziò, mi fanno notare che questo pezzo non è di Fanelli, ma è solo uno infinita polemica tra le infinite polemiche del nostro, che nello specifico etichetteremo “Codogno-Nahum-Fanelli”. Pertanto inauguro con piacere la categoria Polemiche in cui è coinvolto Uriel Fanelli. Se ne avete degli altri ci avete solo da dircelo a compilando il comodissimo moduletto

Grassie. Sempre vostro Raphael, paladino della dea Tutte

In questi giorni, non si sa bene perché, una mia vecchia “conoscenza” (uso il termine tra virgolette perché non so assolutamente chi sia, né mi importa saperlo) deve essersi risvegliato all’improvviso e ha iniziato a lamentarsi di me in un paio di newsgroup, oltre che scrivere un post sul suo blog ( http://itempieleidee.blogspot.com/2008/02/immaginate-un-fascista.html e seguenti – nel caso ve lo siate chiesti, non è un caso che metta l’URL ma non il link. Se vi interessa, copincollate pure) dove però stranamente non fa nomi. Visto che certe cose sono contagiose, ha subito trovato proseliti: vedi http://www.wolfstep.cc/index.php?subaction=showfull&id=1203905206 )

A dire il vero, però, la parte più gustosa l’ha scritta nei newsgroup, ed è di questa che parlo. Visto che si sta parlando di cose successe tra il 1999 e il 2000, sarà forse meglio fare un riassunto per chi non sa assolutamente di cosa si stia parlando (ma anche per gli altri… certi particolari mica me li ricordavo più, sono dovuto andare a rispulciarmi i messaggi di allora). Usenet è un insieme di gruppi di discussione (i newsgroup) che vengono distribuiti tra i vari computer a partire dagli anni ’70. I newsgroup sono raggruppati in gerarchie: la prima e più importante gerarchia in lingua italiana è it.*, e io sono stato uno dei suoi gestori dal 1995 al 2001, e dal 1998 al 2001 ne sono stato informalmente il “capo”. I singoli newsgroup poi possono essere ad accesso libero, oppure “moderati”: in questo caso i messaggi postati al gruppo vengono preventivamente vagliati da un moderatore, che decide se i messaggi sono adatti o no al gruppo stesso. Nel 1999, moderatore del gruppo it.cultura.ebraica era un certo liviatan (non chiedetemi quale fosse il suo vero nome, visto che non lo so affatto); dopo avere cancellato dal gruppo l’avviso che si stava votando per la creazione di un diverso gruppo, it.cultura.religione.bahai, c’è stato un simpatico scambio di messaggi (leggibile qua) che ha portato al suo lasciare la moderazione, richiesta accolta. Il resto lo spiego dopo.

L’amico nahum (che dovrebbe essere Agnosco Stilum, altro anonimo che stava sempre in coppia, o chissà chi altro) ha iniziato il 20 febbraio, lamentandosi del fatto che io sia “legato ad ambienti cattolici (la CISL, se non sbaglio)” e che abbia “recentemente dichiarato di appoggiare il boicottaggio del salone del libro di Torino”. Riprende poi la questione del 1999, scrivendo che “un sacerdote cattolico, legato a un gruppo conservatore molto attivo nei newsgroup italiani (e in generale in rete), che tra le proprie attività aveva anche la conversione degli ebrei russi, si è proposto per la moderazione di ICE. Ne è seguito un periodo in cui non si capiva bene chi moderasse, ma nel gruppo si è registrato un aumento di messaggi provenienti da gente che si dichiarava cattolica.”. A parte avermi fatto perdere un po’ di tempo nello spiegare a quale boicottaggio io aderissi (ma è chiaro che non si può pretendere una capacità di comprensione troppo elevata), la cosa non mi aveva interessato più di tanto, come nemmeno era poi interessante notare che un altro suo amichetto ha persino dei problemi a scrivere il mio cognome, anche se ha “tutte le prove”.

Nahum ci deve però essere rimasto male, visto che ha ripreso le sue giaculatorie in un altro gruppo, it.politica.internazionale, in una discussione che tra l’altro parlava di tutt’altro… ma evidentemente in questi giorni luisi è ricordato della mia esistenza. Qua ad esempio si è lamentato perché Francesco Spagnolo, “uno dei collaboratori ebrei e di vaglia che se ne è andato – lui ha spiegato il perché” (il messaggio in questione lo trovate qui e la mia risposta di allora qui). Poi continua: “Ed il perché è il comportamento di Maurizio Codogno, che ha una concezione un po’ personalistica di Usenet. Come Marco D’Itri (che da qualche giorno diffonde frottole sul sottoscritto): si deve credere a quel che dice lui perché lo dice lui. Si può parlare di anni santi in it.cultura.ebraica perché per Maurizio Codogno è una battuta divertente (per inciso, è stato l’anno in cui è stata beatificata Edoth Stein – ah ah ah, che divertimento).” Il nostro minacciatore della settimana continua con “Ma ravanando tra gli exploit di Codogno se ne trovano di cose interessanti. Una storia istruttiva, su cui credo varrà la pena di scrivere qualcosina.”.

Sulla storia di Spagnolo, ripeto tranquillamente parola per parola quanto scrissi più di sette anni fa. D’altra parte, se fossi stato io l’unica ragione per cui il tipo (che aveva scritto tre messaggi negli ultimi sei mesi, ma questo non significa nulla) se ne andò dal gruppo, mi sembra strano che nessuno gli abbia fatto notare come io non lo bazzichi più da una vita… o forse l’ho ormai contaminato irrimediabilmente, è chiaro. Aggiungerei solo una chicca che fa vedere come il mio amicone nahum (stavolta sotto vero nome) abbia dei problemi nella comprensione di un testo scritto. In questo post afferma “Chi legge il post può altesì rendersi conto che si pianificava un passaggio di ICE a radio popolare.” e che Chiunque sia dotato di buon senso e abbia a cuore i rapporti tra sinistra italiana e mondo ebraico (e mi pare che qui non siamo in pochi) o anche solo la completessa di informazione,può facilmente rendersi conto di quale occasione è stata persa. A dire il vero, chi legge il post legge questo: “Invito Liviatan a contattarmi per e-mail. Da Gennaio 2000 riprenderò la conduzione del programma “Yuval: Musiche e culture degli ebrei” presso Radio Popolare di Milano (la trasmissione è ormai giunta alla quinta serie, dal marzo del 1997, e ha avuto ospiti illustri, italiani e stranieri). Vorrei ripercorrere con la sua partecipazione la storia di questo NG, e i motivi che hanno condotto al suo smantellamento da parte dell’amministrazione GCN.”. Al limite, il passaggio radiofonico – che non so se ci sia stato – sarebbe stato merito mio 🙂

L’ultimo intervento di nahum, su it.news.gcn, è qua: citando verbatim tutto il suo messaggio, “Ma il figlio di un reduce repubblichino, nonché amico di negazionisti, che si è trovato a moderare un gruppo di discussione ebraico, è una cosa davvero interessante. Io spero tanto che sia una frottola, ma credo per la stampa israeliana sia una notiza davvero interessante da rendere pubblica assieme ai nomi di chi ha permesso questa schifezza. Per vostra informazione.” (Prego notare l’abilità del nostro nel mettere le mani avanti: “spero tanto sia una frottola”, anche se “credo per la stampa israeliana sia una notizia davvero interessante da rendere pubblica”. In pratica sta dicendo che la stampa israeliana non ha problemi a pubblicare frottole, se solo sono interessanti.)

Che dire? Beh, sono andato a recuperarmi un po’ della storia di quel periodo. Innanzitutto, non ho problemi ad affermare che sono un pericoloso integralista cattolico, in quanto tesserato CISL. A dire il vero nel 1999 non lo ero, ho preso la tessera nel 2005, ma facevo il rappresentante sindacale aziendale eletto come indipendente nelle liste FISTel-CISL, e non sto a mettere i puntini sulle iota. È anche vero che la linea fondamentale del GCN la gestivo io: tra i pochi punti fermi ci sono sempre stati “i newsgroup non sono dei ghetti” e “il moderatore può rifiutare un messaggio, ma non lo può postare modificato” (quello è capitato l’anno dopo con l’attuale moderatore di it.cultura.ebraica, ma il caso si è subito sgonfiato se non nella mente di nahum). Sul primo punto, il mio concetto è sempre stato “se un gruppo di persone vuole scrivere solo per loro, si creano un forum ad accesso limitato, e stanno là”. Nel caso in questione, una persona può benissimo non essere di religione ebraica ma essere interessata alla cultura ebraica, e quindi per me (ma non solo per me) ha tutti i diritti di scrivere in quel gruppo. Il “messaggio dei negazionisti” citato in cima era semplicemente la segnalazione della possibilità di votare per un diverso newsgroup… promosso gente che né allora né poi ha mai scritto su it.cultura.ebraica.

Dopo le dimissioni di liviatan, c’è stato un breve periodo (un mesetto) di moderazione più o meno automatica da parte di Stefano Scardovi, in attesa che qualcuno si prendesse la briga di gestire il gruppo. Poi l’ho tenuto io stesso per qualche settimana, sotto il nome di “golem” non per nascondermi, ma perché non prendevo nessuna vera decisione di bloccare messaggi che non fossero banalmente insultanti. Solo che quello non era certo il mio mestiere, tanto che feci passare un messaggio che all’inizio sembrava normale ma a leggerlo fino in fondo era un tentativo di trolling. Chi ha tempo da perdere può guardare tutti i thread al riguardo: [1], [2], [3], [4], [5].

Finalmente, a gennaio 2000, passai la moderazione a una persona che conosco (non nel senso che ci sia andato a letto insieme :-), ma semplicemente che l’ho vista qualche volta). Tale persona mantenne il nome di Golem, e conservò la moderazione fino a quando Joram Marino (che a quanto ne so è ancora oggi il moderatore) la prese. Per quello che so, le posizioni politiche di tale persona non dovrebbero essere di sinistra, ma da qua a dargli del nazista ce ne corre davvero tanto… ma tanto non è questo il punto. Se anche Golem fosse effettivamente un nazista, nel periodo in cui ha fatto il moderatore non ha fatto nulla del genere, tanto che nessuno si lamentò a suo tempo del suo operato. E questo, per quanto mi riguarda, è l’unica cosa che conta. Se poi qualcuno sente oggi la necessità di dire qualcosa dopo sette anni, tra l’altro assumendo a capocchia che Golem sia la stessa persona che ha scritto col nickname Elrond questo messaggio di quattro anni fa, oppure è stato quello che si firmava come don Sergio Simonetti e affermava di essere un prete… beh, è un suo problema, non certo mio. Ad ogni modo, io conosco appunto nome e cognome di Golem, ma non li rivelerò certo a nessuno se non eventualmente all’autorità giudiziaria, e anche lì solo nel caso ci sia un’ipotesi di reato. Per me la privacy è una cosa seria.

Come post scriptum, oltre al messaggio citato sopra per la decisione di Francesco Spagnolo di andarsene dal gruppo perché a inizio dicembre 1999 avevo usato, invece che dire “entro fine anno”, “prima che si apra la porta santa” (in minuscolo), cito gli altri due miei interventi distruttivi.

Qua, il 7 marzo 2000, rispondevo a uno che scriveva «Beh, interessante figura quella dell’ambulante ebreo che vende “rosari e immagini sacre” 🙂 Alla faccia del divieto di tetragrammaton nei ng!» dicendo «Non vedo il problema. Dal punto di vista dell’ebreo, Gesù (o Padre Pio) e` semplicemente una persona come tutte le altre. Mica sono musulmani…».
Il 5 ottobre 2000 (quando già il moderatore era Joram Marino) commentai qua scrivendo «Però adesso mi manca l’anello più importante. Di che tendenze è il giornale? Mi sembra strano che abbia indicato due commenti non troppo contro Pio XII da parte di esponenti ebrei.». Questo messaggio è stato indicato qui da nahu come un tentativo di provocazione nel gruppo: più precisamente scrive «credo di poter pensare che maurizio codogno possa cercare in rete tutte le informazioni che vuole a proposito del Jerusalem Post, senza bisogno di chiederlo agli utenti di ICE (e, causalmente, infilarci un paio di articoli apologetici)» (notate che nel testo del mio messaggio non ci sia traccia di link agli articoli apologetici… poverino, dopo tutti questi anni anche lui non si ricorda più bene le cose. Per fortuna non capita solo a me). Peccato che nessuno abbia risposto a questa mia chiara provocazione… anzi no, il thread ha ricevuto tanti altri messaggi: però nessuno mi ha mai detto di che tendenza sia il giornale. Poi si sa che sono pigro, e non sono più andato a chiedere lumi. Se qualcuno me lo dice adesso, mi fa un favore.

Per il momento è tutto, ma chissà che succederà nei prossimi giorni!

Advertisements

70 pensieri su “Dal lontano passato

        • il riferimento a “cosa succedera’ nei prossimi giorni” deve averlo scritto quando ha appreso che il giornalista del Jpost stava scrivendo un articolo sulla questione. Gli avevo passato il numero di Uriel, credo lo abbia chiamato per l’articolo e sono certo abbia cercato Codogno (non mi spiego per quale altra ragione Codogno mi abbia degnato di attenzione, dopo avermi ignorato per decenni) L’articolo poi non venne pubblicato, cmq, perche’ il giornalista trovo’ modo di cacciarsi in casini personali, dal che si puo’ dedurre che Uriel e Codogno portano sfiga.

          Mi piace

          • Ciao Andrea, nella sezione usenet Codogno non ha più scritto niente per cui credo che la cosa per lui sia finita lì http://xmau.com/usenet/index.html; chissà cosa potrebbe dire sapendo di essere stato scambiato per Uriel 😉
            Se ti arrivano commenti sul blog ti và di postare qualcosa anche quì giusto per rimanere informati e soddisfare la curiosità?
            P.S. mi puoi sbloccare l’ingresso nell’antro dei facinorosi?

            Mi piace

            • Ma io NON ho scambiato Codgno per Uriel, non fosse altro perche’ li conosco tutti e due ed anzi ero presente l’unica volta in cui si sono incontrati. E non credo che Gil (il giornalista israeliano) abbia confuso i due.
              (quale sarebbe l’antro dei facinorosi? la pagina facebook? Non ho ricevuto domande di iscrizione da una settimana o forse piu’)

              Mi piace

            • ma che commenti dovrebbero ancora arrivare riguardo alla moderazione ad interim di un piccolo forum internet del secolo scorso? perché dietro tutta la bagarre montata ad arte (non so se per fama di visibilità o motivi psichiatrici, o forse entrambe le cose) non c’è niente più di questo, eh…

              Mi piace

                • sei tu quello che scrive cose come “Chi e’ l’anonimo che accusa il rabbino della piu’ grande sinagoga del Sussex di “allucinazioni”? Devo davvero passare questi ed altri post a chi si occupa di sicurezza?”

                  diciamo che non è proprio un bello spettacolo, ecco. se mi confermi che invece per un rabbino del sussex tutto ciò è un comportamento normale non posso che scusarmi, d’altro canto siamo ormai in una società multikulti e tutto quanto.

                  ma poi, come mai questa enfasi sull’anonimato? brucia non poter postare in ogni dove nomi e cognomi di chi non ti sta a genio, come è tua abitudine?

                  Mi piace

                  • Accusare una persona che ha un ruolo di responsabilita’ di “allucinazioni” (ma non ti eri scusato?) e’ una cosa grave.
                    Farlo al riparo dell’anonimato ti qualifica abbastanza.
                    Quanto poi al fatto che io posterei in ogni dove (dove?) nomi e cognomi (di gente che si firma peraltro con nome e cognome) e’ -pure quella- una espressione non proprio amichevole. E non documentata.

                    Mi piace

  1. Ricordo una polemica sul sito Rosaluxemblog molto simile, l’ho letta grazie a un link di uno dei commentatori di questo sito. Rientra per caso in questa polemica?

    Mi piace

    • non so se fosse proprio questa polemica, ma lo stesso giro di personaggi sembra essere passato in seguito a litigare tramite blog per poi finire sui social network (il primo fu friendfeed). comunque mi ricordo uriel che in questo caso ne approfittò per cercare di rifarsi una verginità spalando un po’ di letame sul mondo usenet, dopo averlo frequentato assiduamente per almeno un decennio. guarda caso lo fa quando ormai i newsgroup non li usava più quasi nessuno.

      Mi piace

    • nello specifico comunque si tratta solo di una delle tante allucinazioni di nahum. uriel si accoda (all’epoca dava molta corda a nahum) e ci aggiunge del suo nel suo solito stile paranoico, accusando i creatori dei newsgroup di gestire una fabbrica di schedature (vedi anche http://xmau.com/usenet/uriel.html ). definisce usenet una distesa di letame da cui lui sdegnosamente si tira fuori: e grazie tante, ormai non c’era quasi nessuno. insomma, la sua solita esibizione di conformismo spacciata per qualcosa di coraggioso e controcorrente…

      Mi piace

  2. Salve, si parla di me? Forse potreste essere interessati alla mia versione.
    Ovvero che io, wuando vivevo a Gerusalemme, ho scoperto che il gruppo it.cultura.ebraica era stato moderato da un negazionista. Cioe’ a in tale che ritiene che la Shoah non sia mai esistita. Faccenda scoperta nel corso di conversazioni, nulla a che fare con hackeraggi.
    La notizia interessava il Jerusalem Post. E ci credo, dare a un nazista la possibilita’ di accedere a dati personali di ebrei, in Europa, poi… E’ roba che la stampa israeliana ci si butta.
    Codogno – che quella cosa la aveva decisa, e tenuta nascosta l’identita’ dell nazi in qiestione, coraggiosissimo- si e’ cagato in mano ed ha mobilitato la serie di amichetti in difesa. Qualcuni di origine ebraica ed ovviamente di sinistra, e insomma gente che in Israele, se e quando vota, vota per gli sbroc dell’estrema sinistra. Perdenti, voglio dire.
    Ad Uriel ho semplicemente comunicato la cosa. Lui aveva le sue ragioni per essere incazzato con Codogno.
    Serve sapere altro? Chi e’ l’anonimo che accusa il rabbino della piu’ grande sinagoga del Sussex di “allucinazioni”? Devo davvero passare questi ed altri post a chi si occupa di sicurezza?

    Liked by 1 persona

    • Non è necessario passare la cosa a quelli della sicurezza.
      Mi han passato un grosso pacchetto con migliaia di pezzi di Uriel e di discussioni online in cui era coinvolto. Questa è una di queste discussioni. Me lo hanno fatto già notare e se non sono completamente rimbambito dovrei aver già messo una nota a riguardo.
      Questo specchio è un cenotafio dei diari del mutante ferrarese. Mutante nel senso che cambia idea spesso…. ☺
      Credi sia il caso di renderlo privato?
      Son passati tanti anni ed anche i peccati invecchiano… C’era mica un adagio che recitava più o meno così… Se lo ritieni opportuno rendo privato il pezzo ma visto che è ancora in linea altrove non ha molto senso. Casomai metto una nota all’inizio ad un pezzo tuo dove spieghi la tua versione o meglio ancora una verificabile con fonti di terza parte.
      Cordialità ☺

      Mi piace

            • Ci tengo a segnalarti che gli autori del pezzo sono, appunto anomimi. Proprio come te.Ah, vedo che bynoi ha chiuso, non sai mica come mai?
              (sarebbe interessante sapere da cosa deduci e cosa sarebbe peggiorato. Ma non ti firmi, e questo e’ davvero divertente)

              Mi piace

              • no, non ho idea dei retroscena di quel sito, piuttosto noto ai tempi. e se nel frattempo dici di essere diventato un personaggio pubblico di un certo rilievo nella tua comunità stupisce ancora di più una tale reazione a un giudizio a margine su fatti di decenni fa, avvenuti in una sorta di forum ante litteram, poco conosciuti già allora e ormai irrilevanti, su cui peraltro non mi sembra che neanche tu scrivessi con nome e cognome.

                Mi piace

                  • tipico, quando non si sa più cosa rispondere si passa agli svicolamenti. perché poi tu tenga così tanto ad associare il tuo nome a un simile e pluridecennale comportamento in rete è una cosa che lascerei interpretare a degli specialisti. ma forse c’è chi può e chi non può, e i preti di tutte le risme “possono” più di altri…

                    Mi piace

                    • Non vedo cosa ci sia di male nel “pluridecennale comportamento”, e perche’ ci sarebbe da interpretare quel che scrivo io e non le calunnie che anonimi scrivono su di me.
                      Ma se vuoi essere piu’ specifico, leggero’ volentieri.
                      (non ci sono piu’ “mitomani”, cuor di leone?)

                      Mi piace

                    • “Ma se vuoi essere piu’ specifico, leggero’ volentieri.
                      (non ci sono piu’ “mitomani”, cuor di leone?)”

                      E poi trovarmi per decenni con un gatto appeso ai maroni, tipo quel prof delle medie col blog che coraggiosamente stal… ehm, sbugiardi da anni, per non parlare della grande prova di lealtà dimostrata con uriel, o la maturità dimostrata più volte su usenet. No, è più divertente assistere a certe cose da spettatore…
                      Ad maiora.

                      Mi piace

      • Secondo me ci sono ottime ragioni per mantenere pubblico questo blog e per raccogliere qui tutta la produzione del Nostro.
        Siccome lo conosco personalmente -anche se non lo frequento piu’, per ragioni evidenti- credo che la cosa lo faccia abbastanza incazzare, e che cerchi di sabotarlo, se puo’, in ogni possibile modo. Magari infilandosi tra i commentatori e diffamando il sottoscritto? Dopotutto io ho la colpa di aver fondato la pagina facebook dei bannati
        Ho piuttosto da questionare le espressioni insultanti che questo anonimo commentatore mi ha rivolto. E anche quelle, per avere una idea del personaggio, e’ bene che rimangano pubbliche.
        (se invece si tratta semplicemente di una persona che non conosce le versioni dei fatti, e -ingenuamente- si fida di una sola, sono certo che leggeremo le sue scuse)

        Mi piace

  3. Allora, spieghiamo con calma.
    Si’, sono stato amico di Uriel. Sono stato pure il suo testimone di nozze. A un certo punto, come molti, mi sono reso conto che diceva un sacco di frottole su se’ stesso e di stronzate sul mondo, e chiedeva alle persone di credere al 100% ad ambedue. Ci ho messo giusto un po’ di piu’ di altri a rendermi conto che si trattasse di fesserie e di stronzate, forse perche’ quelle stronzate non le ascoltavo granche’, o le rubricavo sotto il titolo “liberta’ di parola”.
    Tra le sue stronzate ci stava una guerra personale contro il GCN (quelli-che-governano-Usenet) nei tardi anni Novanta. it.cultura.ebraica e’ un gruppo Usenet e si parla di vicende di quel periodo. Io ho sempre trovato problematica la moderazione di it.cultura.ebraica e come me altri, p.es. il musicologo Francesco Spagnolo che giunse fino al punto di lasciare il gruppo visto il comportamento arrogante di Maurizio Codogno (il prof. Spagnolo e’ una persona molto mite, se si incazza e’ per una ottima ragione http://tinyurl.com/p6xag97 )
    Io non so quali siano i titoli di Codogno per decidere della moderazione di un gruppo di cultura ebraica, pero’ so che Spagnolo dirigeva all’epoca un centro di ricerche sulla musica ebraica ed adesso ne dirige uno analogo a Berkeley. Quanto a me (e reputo molto grave che qualcuno qui mi abbia accusato di avere delle “solite allucinazioni”) sono modestamente titolare di un dottorato di ricerca, ho lavorato nell’Universita’ italiana per dieci anni, ho un paio di lauree, tra cui un MA in Jewish Studies al King’s College di Londra, sono il primo italiano mai ammesso al collegio rabbinico piu’ prestigioso d’Europa ed adesso sono il rabbino della piu’ grande sinagoga del Sussex.
    Le opinioni di Francesco (e mie) poco importavano a Codogno, che (e si parla degli anni Novanta) decise di affidare la moderazione di it.cultura.ebraica a un tale anonimo, che si firmava Golem e che -anni dopo- io scoprii essere un negazionista, uno che aveva in casa libri di Faurisson, uno il cui padre aveva combattuto con la RSI.
    Non appena Codogno e D’Itri ebbero notizia che la stampa israeliana si stava interessando della faccenda, ecco il divertente post di D’Itri, secondo cui i genitori del tale erano “ferventi sionisti”. Curioso: io conosco la Federazione Sionista Italiana e posso essere certo che nessun ex combattente della RSI ne e’ iscritto. Chissa’ cosa intende D’Itri per “sionista”. Glielo chiesi con cortesia, ma tu guarda che strano non ha risposto.
    Io personalmente non ho mai creduto che il GCN fosse infiltrato della forze dell’ordine per controllare i wicca italiani (come sostiene Uriel). Glielo ho lasciato dire (vedi alla voce “liberta’ di parola” nota anche come “scarso tempo a disposizione”). Credo piuttosto che Codogno e D’Itri, all’epoca due nerd saccenti arrogantelli ed ignoranti, avessero all’epoca un amico saccente ed arrogante e nerd come loro, e gli avessero affidato questo incarico delicato senza tenere conto che un gruppo di cultura ebraica non e’ un gruppo di discussioni sull’automobilismo (perche’ ovviamente attira antisemiti di destra e di sinistra, interessati ad avere contatti personali con ebrei e il resto si sa). Ingenui, insomma; oltre che ignoranti, come si e’ visto sopra.
    Ma a questo punto la tenzone si e’ sovrapposta a beghe interne al mondo ebraico, ovvero allo scontro tra destra (io, iscritto al Likud) e sinistra ( Rosaluxeccetera ed i suoi, gente che periodiccamente pubblica manifesti invitando Israele ad essere piu’ buono con i palestinesi e gli ebrei a schierarsi con i migranti islamici che sono brava gente e non dobbiamo pensare che tutti gli arabi sono terroristi). Non so bene per quale ragione Rosa e il suo circolo di (politicamente, ideologicamente, ebraicamente) minoritari falliti (quando e se si presentano ad elezioni dentro il mondo ebraico, chi li vota? nessuno, manco i parenti) abbiano tutta questa amicizia per Codogno e D’Itri, sospetto siano al solito i soliti giri amicali tra nerd.
    Per concludere: sono consapevole che buona parte di quello che ho scritto puo’ risultare sorprendente, e probabilmente chi parlava di “solite allucinazioni di nahum” aveva una percezione solo parziale degli eventi, e spero di aver colmato qualche lacuna.
    Ma l’offesa resta. Mi aspetto che la persona anonima che mi ha infamato in questo modo si scusi con il sottoscritto. Resto ovviamente disponibile a chiarire questa ed altre vicende della mia vita informatica. Se non arrivano scuse, saro’ costretto a procedere come -purtroppo- i tempi richiedono a noi ebrei europei, per proteggere la mia reputazione e la sicurezza della mia famiglia.

    Mi piace

    • Se la cosa ti ha tanto offeso, ovviamente non posso che scusarmi. Non sia mai detto che anche un rabbino del sussex non possa cadere vittima di allucinazioni, di tanto in tanto.

      Mi piace

  4. Anche se e’ OT, permetti.
    Sarebbe davvero interessante scoprire come mai un tale che soffre di allucinazioni si trova ad avere un discreto curriculum accademico ed a ricoprire dei posti di responsabilita’. E’ riuscito a ingannare cosi’ tanta gente?
    Ancora piu’ interessante e’ il fatto che le suddette accuse provengono da gente che non sa riconoscere i nazi o/e se ne fida, oppure da gente che politicamente non ne azzecca una, perche’ ha qualche problema nel riconoscere la realta’ per quella che e’. Oppure da gente che, come il nostro cucuzzaro, non si firma.

    Liked by 1 persona

    • mi sa che allora c’è un misunderstanding di fondo, perché cadere vittima di allucinazioni (detto anche: prendere un abbaglio, che è quello che intendevo io) per me è cosa diversa dal soffrire di allucinazioni. sul resto, io nella vicenda non c’entro nulla, sono solo un lettore (a volte piuttosto divertito, devo dire) già da quei tempi. e non siamo su facebook, per cui non vedo l’utilità del nome e cognome, per giunta per discutere di roba non esattamente di grande importanza, per quanto qualcuno ne possa dire.

      Mi piace

    • hai detto tu stesso di sentirti molto offeso da simili giudizi, perché farti soffrire ulteriormente? Poi ognuno si faccia la sua opinione.
      PS: “Tendenza ad accettare come realtà, in modo più o meno volontario e cosciente, i prodotti della propria fantasia e a raccontarli come veri allo scopo di attirare su di sé l’attenzione altrui e soddisfare così la propria vanità.” ammazza, che grave, una character assassination, proprio…

      Mi piace

  5. Non si puo’ rispondere a questa ultima salva in difesa di Leonardo Tondelli, che (vedi informazione corretta) e’ un po’ il simbolo dei problemi che la sinistra italiana ha con il mondo ebraico.
    Peccato, eh.
    Adesso come mai sono convinto che qualche fake o sostenitore di Uriel, o persino il Tondelli stesso, si svegliera’ dal letargo e verra’ a rompere le pampine sul mio, di blog?

    Liked by 1 persona

    • nessuna difesa di leonardo o chiunque altro, ma che io sappia sei tu quello che ha scritto ossessivamente sulla sua persona per anni, nei commenti del suo blog, sul tuo blog, su gruppi usenet ormai frequentati quasi solo da te e così via. e nonostante il tuo scalpitare non mi sembra che molti si prendano la briga di venire a “disturbarti” nei tuoi blog, francamente.

      Mi piace

  6. Mah, vedo che Leonardo Tondelli e’ sfottuto anche da InformazioneCorretta, che ospita i miei pezzi sull’argomento.
    Magari non sono solo io quello che lo considera il simbolo dell’ostilita’ della sinistra italiana verso gli ebrei (e verso il buon senso)
    E chissa’, magari (magari, eh), e’ lui quello che ha qualche problema con gli ebrei. Non sono io il solo a pensarla cosi’ e probabilmente parlare di ossessioni individuale e’ un po’ fuori luogo.

    Mi piace

  7. Non capisco perche’ non posso rispondere all’anonimo cucuzzaro, ma soprattutto non si capisce che cosa vuole.
    Certo, Leonardo Tondelli e’ una macchietta, e’ antisemita, io lo sfotto la redazione di una prestigiosa testata ebraica considera i miei articoli sull’argomento interessanti (quando li metto sul blog ricevo piu’ o meno cinquecento visite, se capisco i dati).
    Tutto questo che cavolo c’entra con mitomania ed allucinazioni? In questo blog si sfotte Uriel molto piu’ di quanto faccia io con Tondelli, per caso qui ci sarebbero dei mitomani solo per questo?
    E certo il mio stile e’ lo stesso da quindici anni e io grossomodo sono la stessa persona, qualche capello in meno, qualche idea politica cambiata, tre figli, una moglie ecc. Ero normale prima sono normale adesso altrimenti non avrei il posto che ho
    Davvero, anonimo cucuzzaro, se non capisci queste banalita’ non mi stupisce che tu non capisca che e’ una cosa grave parlare di mitomania e di allucinazioni. Ti assicuro che lo e’.

    Mi piace

    • spe… tu sei il mitico nahum amico nemico di uriel di cui ho sentito tanto parlare ma non c’ho capito gnente?! te vorrei fa n’intervista! ho na vagonata de domande da farti! (scusa se me ntrometto raffaele).
      le prime che me vengono nmente so:
      ce poi da qualche news su uriel (che la dea tutte l’abbia ngloria)? dicce la verita è mpo cicciottello e calvo?
      che ne pensi de l’affermazione di natagnau su hitler che segue i consigli del gran mufti sulla soluzione finale? (*)
      me scuso tanto ma è noccasione da nun perde

      (*)
      http://www.corriere.it/esteri/15_ottobre_21/shoah-netanyahu-choc-hitler-voleva-l-espulsione-non-sterminio-ebrei-05073924-77ce-11e5-95d8-a1e2a86e0e17.shtml

      Mi piace

      • Non sento Uriel da anni. Fondai assieme ad altri la pagna facebook dei Bannati da Uriel qualche mese dopo l’ultima volta che ci parlammo per telefono. Fai tu i conti.
        E’ cicciotto ma non calvo
        Per il resto, Netanyahu etc. scrivimi pure sul mio blog.

        Liked by 1 persona

          • Mi sono adesso spostato qui
            https://allegroefurioso.wordpress.com
            Uriel non e’ antisemita. Dice cazzate antisemite e dice cazzate pro-Israele a seconda di come gli gira e per problemi suoi personali. Quando voleva far credere, soprattutto a se’ stesso, di essere piu’ tedesco dei tedeschi, si e’ messo ad infilare minimizzazioni della colpa dei tedeschi che sapevano molto di antisemitismo. Ma era perche’ (aha isn’t it mi sono scopato tua madre nel culo) doveva mostrare di essere tedesco.
            E quando un marocchino lo fa incazzare allora lui si mette a fare il tifo per Israele che bombarda gli arabi. Allora gli fai notare che esiste un gruppo intero di persone che fa il tifo per Israele e lui, sempre perche’ aha isn’t it mi sono scopato tua madre nel culo, proma scrive l’esatto contrario, poi ti dice che non hai capito un cazzo, poi ti banna.
            In sintesi: lui non ha idee, ha solo un ego ipertrofico. Incapace di accettare che ci possano essere persone che vanno d’accordo con lui.
            Grazie dei complimenti.

            Liked by 1 persona

  8. 54 commenti (ad ora, ma aumenteranno…) su un post che non è nemmeno di Uriel, ma di Codogno, che linka un post in cui Uriel risponde con un commento, e quindi necessariamente si finisce a parlare di Tondelli (logicamente).

    Ma questo non era l’archivio dei post di Uriel, con possibilità di commentarne i contenuti?
    54 commenti che ricordano tanto il 1600, quando francia austria e spagna, non sapendo dove menarsi, venivano a spasso in Italia. Idem qui, 54 commenti di discussione totalmente off topic, totalmente non costruttiva, e nemmeno divertente d aleggere (e lo dice uno che quando aprte un flame prende i pop corn).

    Cioè… che palle eh.

    Liked by 1 persona

    • per me si potrebbe anche cancellare tutto, figurati. d’altro canto quando qualcuno parte minacciando querele e attentati alla sua sicurezza in quanto ebreo (!) non può che finire in un certo modo.

      Mi piace

    • Per quanto mi riguarda la cosa NON riguarda gli scritti di Uriel, quindi è fuori luogo l’accusa ed è fuori luogo il pretendere delle scuse, il ripiccare, il rinfacciare e tutto il resto che ho letto finora.

      Non è questo il luogo e stop, IMHO. Tutto il resto è tuffa. Più o meno l’intera internet è disseminata di questo tipo di lite, proprio su questo argomento. Non serve portarla ANCHE qui.

      Mi piace

    • “Scusate, non capisco. Vuol dire che in questo blog si puo’ accusare anonimamente qualcuno di avere allucinazioni ed ossessioni?”

      se è per questo tu qui sopra hai accusato qualcuno di essere antisemita, che a casa mia è ben più grave di dire che qualcuno prende molti abbagli o scrive ossessivamente riguardo a un blogger. comunque, quello che avevo da dire in merito l’ho già detto e non intendo continuare oltre. continua pure a passare le giornate battibeccando con i pochi che ti danno ancora corda.

      Mi piace

  9. Urca, che coda di paglia.
    Io ho scritto che accusare qualcuno di avere “le solite allucinazioni” e’ una cosa grave. Non ho scritto che sei antisemita, ma solo che calunnie come questa mettono a rischio la mia sicurezza e quella della mia famiglia.

    Mi piace

    • “Certo, Leonardo Txxxxxxxx e’ una macchietta, e’ antisemita”

      tanto per l’esattezza, e per concludere, citavo questo. un altro “caso” dei tuoi che non si fila nessuno. del resto a furia di parlare di antisemitismo e attentati alla propria sicurezza per ogni cazzata si tende a perdere qualunque credibilità.

      Mi piace

      • Beh, che Tondelli sia antisemita non lo penso solo io. A parte qualcuno dei suoi lettori e la redazione di una testata ebraica molto diffusa (informazione corretta) che ospita i miei articoli, sospetto che tutti gli ebrei che sono venuti a contatto con lui abbiano la stessa mia identica opinione.
        Quanto alla credibilita’, stai cercando di dire che per te io non sono credibile? Ed esattamente, o anonimo, come mai credi mi importi qualcosa della tua singola, personale opinione non condivisa da altri?

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...