Solo i peggiori si sentono migliori.

 


Posts: 73
Group: Member
Position: Regular

Non ho mai avuto il piaciuere di leggere il libretto rosso, pero’ c’ho un aneddoto divertente. Un amico qualche anno fa stava accanto alla… sede locale del Partito Maoista (non pensavo neppure che esistesse). I maoisti avevano questo approccio teologico che rasentava la demenza: leggevano e rileggevano il libretto rosso, arciconvinti che li’ dentro si trovasse gia’ ogni risposta e al limite erano loro a non capire e quindi continuavano a rileggere – perche’ Mao era illuminato e saggio, sapete. E poi gli sgommunisti si incazzerebbero se dici che quanto a dogmatismo non sono certo inferiori a Razzingher?
Post #1 – 10.09.08


Posts: 1
Group: Banned
Position: Junior member

Dispiace contraddire tanta saccenza ma sulla presunta “semplicioneria” dell’antico e nuovo testamento dire che hai clamorosamente pisciato fuori.

Come sempre tutto ciò che sta oltre il nostro naso semplicemente non esiste, ma oltre il naso c’è il resto dell’universo.

Il vangelo è una straordinaria summa di almeno 7 secoli di filosofia greca e di 3500 anni di filosofia mesopotamica,con livelli di complessità filogenetica che solo dopo 1950 anni di studi scientifici rigorosi comincia ad essere appena sfiorata…..
ma lasciamo perdere , non ne sai un cazzo, pontifica di quello che conosci.

Post #2 – 10.09.08


Posts: 44
Group: Member
Position: Member

l’antico e nuovo testamento (volgarmente detti bibbia) sono stati messi assiem alla bell’e meglio nel 400 DC.

quindi al max saranno 1950 anni nel 2350

Post #3 – 10.10.08

Let porn!

Posts: 422
Group: Admin
Position: Senior member

QUOTE:
Dispiace contraddire tanta saccenza ma sulla presunta “semplicioneria” dell’antico e nuovo testamento dire che hai clamorosamente pisciato fuori.

E’ un libro scritto da un patetico branco di pecorai del deserto, che erano piu’ ignoranti delle pecore che pascolavano. Non c’e’ nulla per la semplice ragione che quelli NON-SAPEVANO-NULLA. Non avevano un filosofo che uno, un matematico che uno, un architetto che uno, un commediografo che uno, un poeta che uno, uno scrittore che fosse uno.Stai parlando di un popolo che per i primi 500 anni della propria esistenza ha scritto UN libro (mentre la biblioteca di Alessandria ne conteneva piu’ di 100.000) e per questo considerava cosi’ raro e prezioso l’evento che adorava quel libro come se fosse un totem.

Poiche’ non sapevano nulla, non ci potevano scrivere nulla, quindi non c’e’ scritto proprio nulla.

La bibbia e’ solo la presunta saga di un branco di selvaggi con tendenze omicide e un campionario impressionante di psicopatie sessuali, e i 1950 anni di invenzioni sono serviti solo a far sembrare che ci sia scritto chissa’ cosa. Del resto, a giudicare dal racconto, l’endogamia era cosi’ diffusa che i tre quarti della popolazione dovevano soffrire di turbe mentali e malattie genetiche recessive di ogni genere: questo ne spiegherebbe la violenza compulsiva, la tendenza all’omicidio, le allucinazioni frequenti e la quantita’ incredibile di perversioni sessuali a livello patologico elencate nel testo.

Si tratta di una delle opere piu’ idiote della storia, che lotta alla pari con la fotografia di Alda d’Eusanio in topless. Ma non ne sarei sicuro.

Della D’Eusanio, voglio dire.

Se poi passiamo al Vangelo, racconta le farneticazioni di un giovane drogato che non ha mai trovato non dico un logico, ma neanche un polemico a metterlo in difficolta’. Sapeva due parole in piu’ di quel branco di stronzi e ne approfittava per prenderli in giro, tutto qui.

Fare il Cristo in una palestina del periodo era facile come fare il fotografo in un ospizio per ciechi: tu dici che una cosa e’ rossa e nessuno ti contraddice. Ci avesse provato in Egitto on in Grecia, non lo avrebbero nemmeno ascoltato.

In tutto il Vangelo, Cristo non ha MAI argomentato nulla se non per parabole, cioe’ dicendo delle cose come “la radice quadrata di due e’ la diagonale di un quadrato perche’ se pianti il carciofo su una pentola in acciaio inox non cresce niente”. Non si vede una traccia di studio, non si vede una traccia di capacita’ argomentativa o dialettica, non si vede niente che non sia “e’ cosi’ perche’ lo dico io e la terza gamba del tavolo e’ piu’ uguale”. La roba che diceva non prenderebbe 4 in un compito di filosofia di qualsiasi liceo.

Ad un certo punto Cristo cerca di prendere un fico e non ci riesce. E cosi’ maledice il fico e il fico muore. Sai cosa ne deduco? Che Cristo non sapesse usare ne’ uno sgabello ne’ una scala (cioe’ era un falegname di merda) e che i fichi del periodo fossero parecchio cagionevoli. In un racconto cosi’ stupido non c’e’ altro contenuto.

Del resto, nel Vangelo stesso raramente Cristo trova gente che lo contraddice: lui ha da criticare i grandi sacerdoti dell’ebraismo (che non e’ che fossero delle cime, tipo un Platone o un Plotino) , ma si guarda bene dal confrontarsi con loro, sia mai che abbiano degli argomenti.

No, il furbastro preferisce “predicare” , preferisce il comizio, cosi’ nessuno lo puo’ contraddire. Del resto, quando interrogato da gente con una certa cultura, fa scena muta. Sa benissimo di non poter competere con un volgarissimo borghese romano, perche’ gia’ il patrizio romano medio lo avrebbe stracciato dopo i primi due anni di educazione presso un precettore qualsiasi.

Del resto, se il cristianesimo e’ diventato una religione per qualsiasi imbecille, deve essere alla portata di un imbecille qualsiasi. E la maniera migliore per avere delle buone idiozie da vendere e’ di farle scrivere ad un idiota.

Uriel


Quattro miliardi di anni fa il mondo era coperto dal brodo primordiale.Lentamente emerse il tortellino primordiale, ma solo con una spruzzata di parmigiano primordiale fu possibile la vita come la conosciamo oggi.

Post #4 – 10.10.08


Posts: 36
Group: Member
Position: Member

Io amo Uriel.
Post #5 – 10.10.08


Posts: 7
Group: Member
Position: Junior member

QUOTE:
Il Corano sembra il dialogo tra un pastore sardo in calore e la propria sifilide incarnata

Stavolta ci sei andato giu’ pesante (con i pastori sardi in calore, intendo).
Sai che alcuni di loro si sono offesi per il paragone?
Saludi e trigu.

Post #6 – 10.10.08


Posts: 33
Group: Member
Position: Member

QUOTE:
E cosi’ maledice il fico e il fico muore. Sai cosa ne deduco?

ehm, se ricordo bene il motivo per cui non aveva trovato nessun fico sulla pianta di fichi era che non era la stagione di fruttificazione dei fichi.
E pensare che c’è pure un libro della Bibbia ebraica che dice che c’e’ un tempo per ogni cosa

Post #7 – 10.11.08

Let porn!

Posts: 422
Group: Admin
Position: Senior member

QUOTE:
QUOTE:
E cosi’ maledice il fico e il fico muore. Sai cosa ne deduco?

ehm, se ricordo bene il motivo per cui non aveva trovato nessun fico sulla pianta di fichi era che non era la stagione di fruttificazione dei fichi.

WOW!.Ecco la prova: almeno 7 secoli di filosofia greca e di 3500 anni di filosofia mesopotamica, come minimo.

Uriel


Quattro miliardi di anni fa il mondo era coperto dal brodo primordiale.Lentamente emerse il tortellino primordiale, ma solo con una spruzzata di parmigiano primordiale fu possibile la vita come la conosciamo oggi.

Post #8 – 10.11.08


Posts: 7
Group: Member
Position: Junior member

QUOTE:
il motivo per cui non aveva trovato nessun fico sulla pianta di fichi era che non era la stagione di fruttificazione dei fichi

Gesu’ credeva nella profezia secondo la quale i tempi messianici (cioe’ il suo tempo) sarebbero stati caratterizzati da una straordinaria fertilita’ delle piante e degli animali (gioele, 2.22): il fico DOVEVA quindi essere ricco di frutti, soprattutto perche’ fuori stagione.
Evidentemente ha considerato il fico infruttuoso come un cattivo presagio contro la venuta del regno di dio (cioe’ contro la sua missione) e lo ha maledetto.
A questo punto si ritorna alle osservazioni di uriel sui pericoli del potere e del narcisismo…

Post #9 – 10.11.08


Posts: 41
Group: Member
Position: Member

QUOTE:
In tutto il Vangelo, Cristo non ha MAI argomentato nulla se non per parabole,

Già, avrebbe dovuto pubblicare su Pysica B… è per quello che l’han giustamente crocefisso.

Post #10 – 10.11.08
Annunci

8 pensieri su “Solo i peggiori si sentono migliori.

  1. Non si vede una traccia di studio, non si vede una traccia di capacita’ argomentativa o dialettica, non si vede niente che non sia “e’ cosi’ perche’ lo dico io e la terza gamba del tavolo e’ piu’ uguale”. La roba che diceva non prenderebbe 4 in un compito di filosofia di qualsiasi liceo.

    Io compiti in classe di filosofia non li ho mai fatti – liceo Classico, non so in altre scuole – e poi e` risaputo che si insegna storia della filosofia, storia del pensiero filosofico occidentale, e non filosofia.

    Mi piace

  2. In tutto il Vangelo, Cristo non ha MAI argomentato nulla se non per parabole (cit.)

    Perche’ Gesu’ parla per parabole:

    Mt 13,10

    10Gli si avvicinarono allora i discepoli e gli dissero: «Perché parli loro in parabole?». 11Egli rispose: «Perché a voi è dato di conoscere i misteri del regno dei cieli, ma a loro non è dato.

    12Così a chi ha sarà dato e sarà nell’abbondanza; e a chi non ha sarà tolto anche quello che ha. 13Per questo parlo loro in parabole: perché pur vedendo non vedono, e pur udendo non odono e non comprendono. 14E così si adempie per loro la profezia di Isaia che dice:

    Voi udrete, ma non comprenderete,
    guarderete, ma non vedrete.
    15Perché il cuore di questo popolo
    si è indurito, son diventati duri di orecchi,
    e hanno chiuso gli occhi,
    per non vedere con gli occhi,
    non sentire con gli orecchi
    e non intendere con il cuore e convertirsi,
    e io li risani.

    16Ma beati i vostri occhi perché vedono e i vostri orecchi perché sentono. 17In verità vi dico: molti profeti e giusti hanno desiderato vedere ciò che voi vedete, e non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, e non l’udirono!

    Mi piace

    • La mia impressione è che il Vangelo l’avrà anche letto ma un po’ troppo di sfuggita e senza sapere com’era la vita all’epoca. Così gli son sfuggite “un po’” di cose.
      E poi NON è vero che non ha mai argomentato se non con parabole: tutte le polemiche coi farisei?

      Mi piace

      • Abbiamo anche le dispute con i dottori dodicenne.

        Sul fatto che non volesse esporsi troppo al pubblico dibattito cito questo altro passo di Matteo:

        Mt 12,15-21

        15 Ma Gesù, saputolo, si allontanò di là. Molti lo seguirono ed egli guarì tutti, 16 ordinando loro di non divulgarlo, 17 perché si adempisse ciò che era stato detto dal profeta Isaia:

        18 Ecco il mio servo che io ho scelto;
        il mio prediletto, nel quale mi sono compiaciuto.
        Porrò il mio spirito sopra di lui
        e annunzierà la giustizia alle genti.

        19 Non contenderà, né griderà,
        né si udrà sulle piazze la sua voce.

        20 La canna infranta non spezzerà,
        non spegnerà il lucignolo fumigante,
        finché abbia fatto trionfare la giustizia;
        21 nel suo nome spereranno le genti.

        Mi piace

  3. In tutto il Vangelo, Cristo non ha MAI argomentato nulla se non per parabole, cioe’ dicendo delle cose come “la radice quadrata di due e’ la diagonale di un quadrato perche’ se pianti il carciofo su una pentola in acciaio inox non cresce niente”.

    Oh sì.
    Certo, perché le religioni hanno molto da argomentare…tant’è che si basano tutte su una cosa chiamata FEDE.

    Non si vede una traccia di studio, non si vede una traccia di capacita’ argomentativa o dialettica, non si vede niente che non sia “e’ cosi’ perche’ lo dico io e la terza gamba del tavolo e’ piu’ uguale”.

    Stiamo ancora parlando di Gesù?

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...