Il nemico immaginario.

Chi ha una religione viene spesso apostrofato dagli atei come qualcuno che abbia un “amico immaginario”, dove con questo si intende che si dedica o si abbandona a qualche occupazione infantile. In effetti, finita l’infanzia inizia l’adolescenza, e di solito finisce l’era dell’amico immaginario. Con l’adolescenza, infatti, inizia l’era del NEMICO immaginario.

In pratica, se ammettiamo che dio sia una creazione della mente infantile, dobbiamo ammettere che Satana sia il prodotto di una fase evolutiva che viene subito dopo, ovvero la fase adolescenziale. Il bambino inventa Dio, l’adolescente inventa Satana. La Vergine arriva in genere con l’era adulta, quando la fica diventa IL problema, e tutto nasce e termina nei tre anni di garanzia che la fica, se comprata da un rivenditore autorizzato, offre al cliente.
L’utilita’ del nemico immaginario e’ molto semplice: si tratta di un nemico che deve consentire roboanti dichiarazioni di guerra, che deve prestarsi all’invenzione di saghe epiche, alla produzione di eroi e santi, senza per questo rappresentare un serio pericolo militare, ovvero senza richiedere veri scontri.
Voglio dire, prendiamo per esempio le Brigate Rosse. Si sono incaponite contro un nemico sin troppo reale, che era lo stato, e hanno tentato di colpirlo al cuore, arrivando ad uccidere Aldo Moro. Siccome pero’ lo stato e’ un pericolo reale, immediatamente lo stato si e’ riorganizzato, militarizzato, e ha reagito cancellando quel branco di adolescenti armati dalla faccia della terra. La seconda ondata delle BR, addirittura, e’ durata ancora meno, ed e’ stata annientata in tempi ancora piu’ brevi.
Perche’ e’ successo questo? E’ successo perche’ l’avversario era reale.Siccome lo stato esiste, ha corpi armati, ha polizia e carabinieri e gerarchia, ovviamente si trattava di una lotta persa in partenza.
In un certo senso, quindi, dopo la sconfitta dell’estremismo chi voleva viverci sopra (i “cattivi maestri” , si diceva) aveva bisogno di due cose:
  1. Un nemico da denunciare, combattere, un nemico contro il quale condurre epici scontri (immaginari) , un nemico contro il quale morire da eroi, comodamente seduti nel divano di casa.
  2. Un nemico che, nonostante i proclami altisonanti, nonostante le dichiarazioni di guerra, nonostante i racconti di epiche battaglie, non combatta affatto.

 

Un tempo, a questo riguardo si usavano i draghi. Cosa c’era di meglio che ammazzare un drago, per diventare un santo, come San Giorgio? Voglio dire, te ne andavi in camporella con qualche ragazzona volenterosa, ci davi dentro come un pazzo, poi tornavi a casa tutto sudato, stanco, e dicevi “ho ammazzato un drago! Mi si copra di sesterzi!”.
Bukkake , il drago giapponese.
Ora, ammazzare i draghi era, a quei tempi, un gioco win-win. Non e’ che abbiamo statistiche sulle persone ammazzate dai draghi, voglio dire. Magari era anche un modo per evitare il servizio militare: “mio figlio? L’ha ammazzato un drago! Condoglianze, signora”. Volevate sparire dalla circolazione per non sposare una ragazza che avevate messo incinta, o per fuggire ai creditori? “basta! Sono stufo di tutti questi draghi! Adesso vado a dargli quel che meritano! Tornero’ con lo scudo o sopra lo scudo! Chi muore per il drago vissuto e’ assai! A noi!
Poi andavate li’ in qualche posto, davate fuoco ad un bosco, e cambiavate citta’. Puf: ammazzato dal drago. Una bancarotta fraudolenta senza rischi. Evasione fiscale mitologica. La off shore che sputa fuoco. Immagino che a San Marino fosse pieno di draghi. Era tutto un drago, col 4% di IVA.
Insomma, i nemici immaginari fanno comodo. Oggi sappiamo che non esistono draghi, ma non e’ che siamo messi meglio. Ci sono altri draghi, per esempio “il sistema”. Che cos’e’ di preciso “il sistema”? Cioe’, esiste gente che se ne va a zonzo con la divisa del “sistema”? No.
In realta’, oggi il drago si chiama “sistema”. E’ tutto pieno di gente che combatte contro il sistema. Certo, e’ piu’ comodo che combattere lo stato. Se combattete lo stato, finite in carcere per 30 anni, come minimo, e avrete un sacco di compagni, nel senso che sarete la fidanzata di ogni spacciatore marocchino che passa. Se invece combattete “il sistema”, le cose diventano molto piu’ semplici.
Che cos’e’ , alla fine, il sistema? Qualcuno lo ha mai visto? Esistono delle immagini? Certo che ne esistono: grazie ai nuovi satelliti della NASA, esiste oggi la possibilita’ di sapere come sia il sistema.
Piacere. Io sono il sistema.
Ora, voi capite il perche’ questa gente combatta “il sistema”: in fondo e’ un pochino come combattere i draghi, ma nulla lascia sospettare che il sistema abbia un alito cosi’ cattivo. Cioe’, non e’ come combattere contro i NOCS.
Il sistema I NOCS

Questo, in breve, vi fa capire come mai ci sia piu’ gente che combatte contro il sistema che gente che combatte contro lo stato. Certo, chi si inventa il nemico immaginario del sistema vi dira’ che i NOCS fanno parte del sistema. Chissa’ perche’, pero’, tutti dicono che sia comunque meglio “focalizzare la lotta sul sistema”. In fondo i nocs sono solo i servi del sistema,  e nessun nobile combatte mai contro un servo: l’onore degli eroi richiede che si lotti contro il sistema ed i suoi terribili baffetti.

Un altro terribile nemico immaginario che molti combattono e’ “il capitalismo”. Ora, combattere “il capitalismo” non e’ molto difficile, dal momento che chiunque sia poco ricco e’, di fatto, un nemico del capitalismo. O meglio, di certo possiamo dire che il capitalismo sia suo nemico. Alla fine, che cos’e’ il capitalismo? Si tratta di un mito inventato dai comunisti, ne parla per la prima volta Marx, ed e’ come Satana: e’ colpevole di tutti i mali del mondo, ma e’ astuto. Subdolo. Voi credete di aver perso il lavoro, e invece e’ il capitalismo. Capita cosi’ anche con Satana: voi credete che vostra moglie vi tradisce perche’ mignotta, invece e’ Satana che la mette in tentazione. Insomma, Satana possiede vostra moglie. Anche se a voi sembra l’idraulico: e’ perche’ non avete ancora capito veramente come stanno le cose.

Ecco, che cosa significa di preciso “combattere il capitalismo”? Cioe’, a chi devo sparare? Ad un banchiere? Va bene, ma cosi’ mi trovero’ contro lo stato, che ha dei pregiudizi verso l’omicidio di banchieri, e sappiamo bene come finisce. La galera, il fidanzato spacciatore marocchino, e blablabla. Meglio lasciare perdere i piccoli servi del capitalismo, e concentrarsi sul vero problema: il capitalismo.

Un esempio di capitalismo al lavoro.

Anche combattere il capitalismo non e’ difficile. Basta parlarne male. Cioe’, non e’ come rapire un generale della NATO, che ti trovi i NOCS in casa e ti aprono come una cozza. Combattere il capitalismo e’ piu’ semplice. Voglio dire, ma chi lo ha visto, questo ‘capitalismo”? Beh, qualcuno c’e’: al MIT il professor Fugly Com e i suoi collaboratori hanno costruito un laboratorio capace di fotografarlo, cosi’ com’era dodici nanosecondi dopo il Big Bang.

Il capitalismo in una rara fotografia , MIT press.
(Il Big Bang e’ stato un momento difficile per tutti, specialmente a Brescia).

Ora, direte voi, ma perche’ mai tutta sta gente ce l’ha col capitalismo? Alla fine dei conti, sara’ anche quello che sara’, ma c’e’ di peggio. Voglio dire, non so di preciso chi sceglierei, tra “il sistema” e “il capitalismo”. La ragione per la quale la gente combatte il capitalismo e’ molto semplice, ed e’ molto simile alla ragione dell’odio verso il sistema.

Il capitalismo.
I NOCS
Anche in questo caso, cioe’, abbiamo il sospetto che combattere contro “il capitalismo” sia un tantino piu’ comodo, rispetto che so io a combattere contro i NOCS. Che sono, sia chiaro, “servi e cani da guardia del capitalismo”, cosa per la quale e’ meglio lasciarli perdere: noi amiamo i cani da guardia, dopotutto. Un nobile guerriero della liberta’ combatte il vero nemico, mica i suoi cani. Per chi li avete presi?
Un altro babau degli eroi moderni e’ l’imperialismo. L’imperialismo e’ la tendenza degli imperi ad imperare, ed e’ una cosa tipica degli imperi. Si potrebbe dire, citando Douglas Adams , che se e’ per questo i materassi “sobbobano”, ma per qualche motivo misterioso sembra piu’ grave il fatto che gli imperi imperano, piuttosto che il fatto che i materassi sobbobino.

Ora, qualche ingenuo potrebbe pensare che la tendenza degli imperi ad imperare andrebbe combattuta sul campo. Voglio dire, se l’ impero USA impera e’ perche’, alla fine dei conti, ha le sue forze. Niente di meglio, quindi, che non sfidare dei marines. Prendete il fucile, canticchiate “bella ciao”, e crepate mentre un americano dice “ehi, Joe, whaddafuck was th’t bullshit da faggot us’d to sing?”.

Esiste pero’ un’alternativa che non fa male alla pelle. Grazie alla poderosa scienza Marxista-Leninista, infatti, e’ stato possibile identificare il punto debole dell’imperialismo.

Il punto debole dell’imperialismo americano.

In fondo, cioe’, distruggere l’imperialismo americano e’ semplice: basta aspettare che tutti i Marines siano nudi e obesi  mentre suonano il piano su una motocicletta modificata, e il popolo unito giammai sara’ vincito. (Qualsiasi cosa sia “vincire”). Come al solito, la poderosa scienza marxista spiega tutto. Cosi’, e’ necessario agire con astuzia e tempestivita’. Compagni di tutto il mondo, unitevi e vigilate: al primo rumore di pianoforte e harley davidson, iniziate la rivoluzione.

Ancora una volta, pero’, qualche dubbio ci viene. Cioe’, c’e’ una differenza che salta agli occhi tra. “Tra” e’ onomatopeico, e descrive il suono della differenza che ti salta agli occhi: fa un rumore tipo “tra!”.
In definitiva, quindi, stiamo iniziando a sospettare qualcosa. Cioe’, alla fine sospettiamo che tutti queste lotte siano un pelino farlocche. In fondo, le BR hanno tagliato corto: si combatte lo stato. Come sia finita loro lo sappiamo bene, e noi non abbiamo pregiudizi verso chi ha una decina di fidanzati spacciatori marocchini. Chissa’ perche’ noi siamo impressionati dai loro proclami, ma tendiamo ad essere scettici quando facciamo un confronto.
L’imperialismo.
I NOCS
In realta’ quella che ci annoia non e’ la semplicita’ con la quale si capisce il trucco. Sappiamo bene che in qualche modo la gente debba campare, e quindi sono nati un sacco di “nuovi mestieri del web 2.0”. Uno dei quali e’ combattere uomini obesi che suonano il piano su una harley davidson modificata, altrimenti noti come “l’imperialismo”, eccetera.

Quello che ci annoia di tutto questo non e’ tanto l’inconsistenza e la codardia di questi “anarchici” o di questi “antagonisti” , bensi’ la loro mancanza di fantasia. Voglio dire, in passato ci sapevano fare di piu’.

Anarchici.
Chiesa cattolica.

Il confronto e’ abbastanza impietoso, sa molto di overkill. Cioe’, la chiesa cattolica ha inventato Satana. Roba Made in italy. C’e’ lo stile. Il Design. Il trend. La Qualita’. Non e’ una stronzatina da depressi farlocchi come “il sistema” o “il capitalismo”. Satana e’ roba di serie A.Un Nemico Immaginario Made in Italy. Ha le corna. E le tette. E la minchia. E una candela nera in testa. Ed e’ intelligentissimo. E assume la forma che vuole. Gestisce un locale  sadomaso underground che e’ alla moda sin dal 4392 A.C. Il Merovingio di Matrix gli fa una sega, col suo francese da guida michelin. Cioe’, lo stile e’ stile:

La chiesa e’ pur sempre un brand Made in Italy. E lo stile si vede tutto: guardate le finiture, guardate.
I cinesi ci fanno le pippe, con il loro “imperialismo”.

Adesso ci e’ piu’ chiaro per quale motivo “il capitalismo” o “il sistema” ci sembrino delle americanate, o delle pessime imitazioni. Sono volgari imitazioni: “il sistema” e’ una specie di Satana contraffatto dai cinesi delle fabbriche di Prato.  L’imperialismo , confrontato con l’ originale Signore del Male, sa di spiaggia di Cervia e di vu cumpra’. Il capitalismo sembra un premio della tombola della festa dell’ Unita’ di Massafiscaglia, in confronto al Principe Oscuro.

Cioe’, ma non potevate combattere Satana anche voi? Avete un cazzo di brand consolidato. Un brand tradizionale con un marchio riconoscibile ovunque. Satana offre una merceologia incredibile, superiore persino a Santa Claus

Satana per bambini: c’e’ un Signore del Male per ogni fascia di eta’.
Satana per Bimbiminkia.
Satana per il quarantenne in crisi, dopo l’acquisto del
Ducati di Ordinanza del Quarantenne in Crisi.

ora, porca puttana, ma un pochino di sano Patriottismo no? Che cos’ha Satana che non va? Dovete per forza rivolgervi a volgari imitazioni quali “il sistema” o “il capitalismo”, quando il poderoso Made in Italy ha prodotto un Nemico Immaginario DOC, DOCG, un brand riconosciuto universalmente, che sfida ad armi pari dei colossi americani quali Mickey Mouse, Britney Spears, Lexington Steele?

Avete un prodotto che si adatta a tutte le eta’ con sorprendente mutevolezza. Un merchandising che vi permette di entrare nelle case piu’ proletarie come nei salotti piu’ raffinati. Un brand riconosciuto da SEIMILA ANNI. Un’azienda che e’ sul mercato da DUEMILA ANNI. E voi che fate? Vi inventate queste merde di nemici immaginari, tipo “il sistema” o “il capitalismo”, o “l’imperialismo”?

E poi vi lamentate della disoccupazione, dico? Ma lo sapete dove lo fanno, “il sistema”? A Taiwan, lo fanno! Il capitalismo, oggi,  lo fanno in India.Ci copiano, come al solito, e voi non dite nulla! E poi vi lamentate della disoccupazione.

Possibile che non vi rendiate conto di avere una miniera d’oro sotto gli occhi? Possibile che non capiate che l’ultima frontiera della rivoluzione, l’antagonismo del futuro , la Grande Marcia del Popolo Unito che ci attende non sia questa robaccia che sa di fast-food e di plastica , il “sistema”, ma un ritorno alla tradizione?

Compagni di tutto il mondo, fate la comunione!
T’amo, pio bove.

E lasciate “il sistema” a chi mangia da Mac Donald’s. Il vero rivoluzionario mangia slow food e combatte Satana. Il buon vecchio diavolo della nonna, biologico, senza OGM, che rispetta l’ambiente, che da’ posti di lavoro, che non sgancia bombe sugli innocenti, che non fa differenza tra ricchi e poveri, che rispetta i tuoi diritti, che dialoga coi Sindacati. Satana e’ il Nemico Immaginario senza fini di lucro, e’ il Nemico Immaginario che presta la sua opera volontariamente per il bene di tutti, e’ il Nemico Immaginario che non e’ sul libro paga di nessun tiranno, e’ il Nemico Immaginario che non ha stretto la mano a Pinochet, e’ il Nemico Immaginario che va ad energia solare.

Satana: per un Nemico Immaginario equo e solidale, terzomondista , comunista , ecologista e filoislamico. 

Ed e’ pure contro la Tav. Che cazzo volete, ancora, capelloni e drogati che non siete altro?

Uriel

Annunci

Un pensiero su “Il nemico immaginario.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...