La manipolabilita’ degli intelliggggggenti.

Sono stato rimproverato di non aver detto niente contro la norma “ammazzablog”. In realta’ me ne frega poco perche’, dopo l’ Anmeldung in Germania, la legge italiana puo’ davvero poco contro di me. Tuttavia, l’ho semplicemente ignorata per un motivo molto diverso: io non sono un coglione manipolabile come lo sono stati il 100% dei blog italiani. Silvio vi ha manipolati come fessi, e voi ci siete cascati in pieno.

Berlusconi ha fatto passare una norma che obbliga i giornalisti ad aspettare che le intercettazioni siano “scremate” delle parti penalmente non rilevanti prima di pubblicarle. Per quanto io sia d’accordo con la norma -il cittadino HA dei diritti(1)-  era assolutamente prevedibile una massiccia mobilitazione su internet.
Cosi’ ha manipolato internet, infilando una norma-padulo (una norma che gira nel cielo da anni ma non si fa mai, ne’ si fara’ mai) del “bavaglio ai blog”. Il risultato di tutto questo e’ che mentre passava la norma che interessava Berlusconi (quella sulla pubblicazione di intercettazioni) i blog (wikipedia compreso: enciclopedici coglioni. Spero solo che abbiano una voce adeguata per la parola “coglione”) e i social network si battevano sulla norma che riguardava i blog. Norma che, come prevedibile, non sarebbe passata.
La norma che mette il bavaglio ai blog rimarra’ in cielo, a svolazzare. Ogni volta che si trattera’ di agire con una legge sulla stampa, Silvio vi piazzera’ la norma nel decreto, e tutti i blog inizieranno una vigorosa campagna “contro la legge bavaglio”. Mentre passano le leggi-bavaglio.
Oggi posso obbligare tutti i giornali che si chiamano La Repubblica a chiudere, a patto di inserire nel decreto una legge che obbliga i bloggers a girare con un pavone nel culo. Immediatamente i blogger si scaglieranno contro la legge-pavone, e il decreto contro La Republica passera’.
E’ quello che vi hanno fatto, idioti. Ve lo hanno fatto sotto i vostri occhi. E voi, che dovreste essere -almeno a parole- gli intelliGGGGEnti, ci siete cascati come tanti coglioni. Si, siete dei coglioni. Mentre passava la legge sulle intercettazioni, Internet , la Blogsfera, il Social Media, erano impegnati a difendere i loro due metri di orticello, il diritto a dire che Marta fa i Pompini senza dover rettificare che non la si e’ mai vista all’opera, la codardia di chi teme l’avvocato alla porta.
Vi ha distratti. Ha fatto come fanno i prestigiatori, quando vi fanno vedere una bella donna e tutti guardate la bella donna e non vi accorgete che dentro la scatola segata in due c’e’ una seconda donna.
In generale, la “blogsfera” mostra il suo catastrofico punto debole. E’ un’entita’ codarda, e basta minacciare improbabili sanzioni -come se non ci fossero gia’ leggi sulla diffamazione e sulla calunnia- per ottenere un cagasotto collettivo che si propaga come un’onda, e vi coinvolge tutti.
Basta dire “faccio una legge che se usi il Comic Sans arriva un negro e ti incula” e parte la mobilitazione-caghetta. Che la legge sia costituzionale, che sia MATERIALMENTE possibile fare una cosa simile, che la legge cambi qualcosa -magari un negro vi si incula gia’- conta poco: il panico si propaga esponenzialmente, e improvvisamente tutti i blogger hanno una sola priorita’: salvare il proprio augusto culo.
Cosi’ non vi preoccupate: e’ possibile oggi far passare le leggi razziali senza che Internet o la Blogsfera o il Social Media -qualsiasi cosa siano- si mettano a protestare, a patto di includere nel decreto una norma contro i blog. Vi metterete a protestare contro la legge sui blog, e le leggi razziali passeranno inosservate.
Il secondo concetto che mostra tutti i suoi limiti e’ quello di “mobilitazione”: quello che avete scoperto amaramente e’ che ci si puo’ mobilitare per UNA cosa, o contro UNA cosa. Non si puo’ fare una mobilitazione contro un pacchetto di leggi, ma contro UNA legge. O vi muovete contro la legge che imbavaglia i blog, o contro quella che blocca le intercettazioni. C’e’ un limite politico alla mobilitazione, perche’ c’e’ un limite nel meccanismo dei “due minuti di odio”:
I due minuti di odio , motore reale della mobilitazione CONTRO qualcosa, hanno bisogno di un elemento forte, di un simbolo da odiare, l’ Emmanuel Goldstein della situazione. Emmanuel Goldstein non e’ una persona, ma tutta una serie di idee associate alla persona:
  • Emmanuel Goldstein, o se preferite Satana, o Silvio Berlusconi, devono avere una faccia, una fazione, una ideologia precisa.
  • Emmanuel Goldstein e’ colpevole di ogni cosa che non funzioni, di ogni sofferenza, di ogni carenza del sistema.
  • Emmanuel Goldsten e’ unico, inimitabile, e affermare che ve ne siano altri e’ distrarre le masse.
  • Emmanuel Goldstein e’ di una astuzia diabolica, tanto che parrebbe inutile combatterlo e sembrerebbe sensato allearsi con lui, ma l’onniscenza del bene e l’onnipotenza del popolo vinceranno.
  • Emmanuel Goldstein , nonostante la sua astuzia, segue una sola  strategia alla volta, un solo passo alla volta, e si basa su strategie lineari , basate su singoli passi facilmente identificabili.

Emmanuel Goldstein  , oggi noto come Silvio Berlusconi, precedentemente Satana.
Questo e’ il modo nel quale si puo’  ottenere la mobilitazione generale e continua solo su un avversario, solo su un argomento, solo su una singola azione di contrasto. Lo stesso cambio di volto dell’ Emmanuel Goldstein della situazione e’ difficilissimo da gestire. Per passare da Satana-Andreotti a Satana-Berlusconi e’ stato necessario un lustro di tempo.  E Berlusconi ha dovuto aiutarli molto.(2)
Cosi’, il modo piu’ semplice per disinnescare una mobilitazione permanente come quella che va di moda a sinistra e’ quello di mettere molta carne al fuoco: fate una finanziaria con UN punto controverso, detto “Legge Goldstein”, e avrete contro TUTTI.
Fate una finanziaria con DIECI punti controversi, e la mobilitazione non riuscira’ a trovare UNO sloagan contro di voi. MA come se non bastasse, potete fermarvi a DUE argomenti, se il primo e’ la legge che vi serve, mentre il secondo e’ una legge contro la mobilitazione stessa.
Se io faccio una legge che abbassa gli stipendi, avro’ una mobilitazione contro la legge che abbassa gli stipendi, diciamo uno sciopero.
Se io faccio una legge che abbassa gli stipendi piu’ una contro lo sciopero, avro’ una mobilitazione SOLO contro la seconda delle due leggi. E la legge che abbassa gli stipendi passera’.
Questo e’ come Berlusconi vi ha fregati, e vi faccio presente che NON e’ la prima volta che con un giochetto da ragazzi del genere vi frega. La storia della censura ai blog salta fuori OGNI VOLTA che , a fianco, deve uscire qualche legge porcheria.  E OGNI VOLTA, sistematicamente funziona, e OGNI VOLTA una porcheria passa inosservata perche’ i blog sono troppo occupati a difendere se’ stessi.
Ed ecco perche’ non mi sono unito alla protesta contro la legge che imbavaglia i blog. Era prevedibilissimo che NON sarebbe stata approvata -servira’ ancora, e ci cascherete ancora-, cosi’ come era prevedibilissimo che avrebbe lasciato i giornalisti da soli riguardo alle intercettazioni, perche’ tutti i blogger avrebbero protestato contro la “legge-bavaglio”.
Non voglio sottolineare come la proposta di legge fosse tecnicamente infattibile. Se un avvocato mi manda una email intimandomi di cambiare qualcosa, deve prima dimostrarmi di essere un avvocato, e secondo di essere effettivamente lui a mandarmi l’email. Insomma, deve dimostrarmi di essere chi dice di essere: dovra’ dotarsi di un sistema di posta elettronica certificata, che certifichi il suo effettivo diritto di scrivermi quale avvocato, e il fatto che la parte lesa GLI ABBIA CONFERITO UN INCARICO. Non e’ che un avvocato qualsiasi, trovando una pagina lesiva dell’immagine di qualcuno, prende e mi chiede la rettifica.
A questo si somma che l’email dovrebbe essere letta da me. Se io non ricevo alcuna email con l’ingiunzione di togliere il contenuto, che succede? Siamo sicuri che l’avvocato l’abbia inviata? Nella vita reale questo si fa con le raccomandate A/R.
Era sin da subito evidente che le specifiche tecniche di una simile legge -teoricamente fattibile- andavano BEN OLTRE quanto sia ragionevolmente fattibile su internet, SPECIALMENTE SE LA LEGGE NON SPECIFICAVA NESSUNO DEI REQUISITI DI TALE COMUNICAZIONE  Si diceva che l’esito della comunicazione fosse un atto giuridico molto vincolante, ma non si specificava in che modo tale comunicazione fosse resa valida ai sensi di legge.
Cosi’, era semplicissimo capire che si trattava di una distrazione. Il prestigiatore vi mostra una colomba, e nel frattempo il suo assistente fa qualcosa che non guardate.
Dopodiche’, osservando l’effetto, si e’ visto lo scopo di tale manipolazione: mentre la “blogsfera” protestava compatta contro la leggeche imbavaglia i blog, Berlusconi ha imbavagliato magistrati e giornalisti. Sotto i vostri occhi. Mentre voi eravate tutti impegnati a difendere il vostro orticello.
No, non mi sono unito a quel ridicolo branco di marionette che siete. Siete manipolabili con una facilita’ estrema. Basta un Forza Gnocca per far si’ che non sappiate cosa abbia fatto il governo oggi.
Berlusconi vi domina. Vi manipola come vuole. Vi usa. E io non voglio unirmi al gregge.
Al vostro gregge.
Uriel
(1) La gente che dice “intercettateci tutti”, non vi preoccupate, presto sara’ esaudita. Ma non gli piacera’ affatto. “intercettateci tutti” e’ facile da dire. “Berlusconi intercettaci tutti” e’ una frase molto diversa. Il soggetto, ragazzi, cambia molte cose.
(2) Ovviamente. Satana e’ di gran lunga piu’ popolare di Dio, e se si dovesse fare un referendum, vincerebbe lui. Essere Satana, in democrazia, e’ molto piu’ vantaggioso in termini di popolarita’. Dio, come se non bastasse, ha un sacco di responsabilita’: perche’ ci sono un sacco di bestemmie contro Dio e pochine contro Satana, secondo voi?
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...