Eh? (WAS: La manipolabilita’ degli intelliggggggenti)

Dopo aver scritto il post sulla manipolabilita’ degli intelliggggggenti, mi e’ arrivata notizia da fonti “laterali” che qualcuno se la sia presa per quel che ho scritto. Premesso che, come credo tutti abbiano capito, non la mando a dire proprio a nessuno, direi che sia il caso di andarci a fondo. No, non e’ che mi importi troppo di chi se la prende, se si tratti del titanico portale Wikipedia o di chi altri.

Prima di tutto, so benone di risultare insopportabile ai piu’.

Non mi interessa: in ormai 40 anni di vita, so benissimo cosa paga e cosa no. Da me e’ possibile sentirsi dire cose che piacciono o cose che non piacciono, ma di certo la scelta e’ molto chiara: trovo pagante, in lungo termine, dire quel che penso anche se non piace. Certo, quelli che “sanno comunicare” sono amici di tutti. Per questo, quando hanno bisogno, sono soli: i loro amici sono amici basati sulla falsita’ dei loro rapporti. Falsi rapporti, falsi amici. E’ semplice.
Ho meno amici. Inizialmente, risulto insopportabile perche’ mi si trova scontroso e poco diplomatico. Nel tempo, la gente che ha bisogno di sapere cosa si vede DAVVERO da fuori, inizia a venire da me a chiedermi “cosa ne pensi?”. Quando lascio un posto, e come consulente mi capita spesso, in genere alla gente dispiace. Quindi no, mi spiace, ma e’ mia convinzione personale che dire quel che penso, anche quando e’ poco gradito, sia una politica assolutamente pagante. 
Ma andiamo al caso specifico. La questione del decreto che “imbavaglia i blog” e’ stata gestita con una stupidita’ imbarazzante.
Sia chiaro, sono sedici, SEDICI anni che Berlusconi frega i giornali dell’opposizione SEMPRE con lo stesso trucco: la minchiata che monopolizza l’attenzione.
Avete mai parlato di politica con stranieri? Bene. Quasi tutti sanno chi fosse il concorrente di Obama alle scorse elezioni. Quasi tutti ricordano che fu una donna, Segolene Royal, ad opporsi a Sarkozy. Sulla Germania non posso parlare perche’ e’ ovvio che i tedeschi sappiano chi si oppone alla Merkel, ma diciamo che capita che si conoscano a grandi limiti gli schieramenti stranieri.
Ma se chiedo ad un tedesco chi sia l’oppositore di Berlusconi , non me lo sa dire. Ed e’ ovvio: con le sue minchiate, le sue escort, con tutto quanto, Berlusconi ha monopolizzato la scena italiana. 

Spesso si dice che l’opposizione italiana non abbia idee. Supponiamo per un attimo che ne abbia. Come potreste conoscerle? Si, chiedo proprio questo: come potreste?
Non so se avete mai fatto riunioni con i soliti elementi che mentre parlate vi interrompono o dicono scemenze e attirano l’attenzione. Siete riusciti a dire tutto quello che avevate da dire? No, non credo proprio. Quando un altro monopolizza l’attenzione, nessuno vi ascolta. No, signori, Berlusconi vi fotte da 20 anni sempre con lo stesso trucco; occupare tutta la scena. Con una cazzata, ma la occupa tutta.
Certo, oggi e’ in difficolta’: per problemi interni. Ma non e’ che potete allearvi coi problemi interni di Berlusconi. Non e’ che la congiura di Bruto sia stata una vittoria di Silla, eh.
Cosi’ il punto e’ questo: mi spiace che ve la siate presa se vi ho dato dei coglioni.Ma, come dice lo Sturmo&Drango, se qualcuno vi prende per il culo c’e’ una comoda maniglia.
Si, avete agito da coglioni. Enciclopedici coglioni. Avevate in mano Wikipedia Italia. Appena avete messo su l’annuncio della chiusura, i giornali vi hanno chiamati immediatamente, o meglio hanno chiamato il poveraccio che era li’ e somigliava ad uno che fa il portavoce di Wiki-qualcosa. Piu’ che sufficiente per i giornali.
Potevate fare di piu’. Potevate fare meglio.
Berlusconi voleva imbavagliarvi? Imbavagliatevi. No, dico, sul serio. Togliete le pagine di Berlusconi, togliete la sua biografia, e quella di tutti i parlamentari del PDL. Al posto del Presidente del Consiglio, dove oggi c’e’ Berlusconi, ci scrivete “siamo abbastanza certi che un tizio abbia avuto questo incarico”.
Potevate lanciare questa idea. Levargli la scena, e levarla SOLO a lui. Non e’ mica obbligatorio che un’enciclopedia abbia una voce su Berlusconi. Vuole il bavaglio? Mettetevelo.
Potevate lanciare un’idea. Potevate invitare i giornali, invece che alla solita INUTILE protesta che NON ha MAI funzionato negli ultimi 20 anni, ad un “mese senza Berlusconi”. Un mese nel quale nessun giornale parla di Berlusconi, di quel che fa, di quel che fa il governo.Un mese ove le pagine di politica sono dedicate SOLO ad interviste sull’opposizione, sulle giunte comunali governate da partiti d’opposizione, sulle regioni “rosse”, e cosi’ via. Come se Berlusconi non esistesse: vuole mettervi il bavaglio, no? Mettetelo. Vedrete che si stanca prima lui.
Perche’ lui vuole occupare TUTTA la scena. Se inventa cose come “Forza Gnocca” lo fa perche’ sa che occupera’ tutta la scena. Sa che TUTTI i giornali non parleranno d’altro.
In democrazia, occorre che tutti possano proporre le proprie idee. Se qualcuno occupa la scena, zittisce l’avversario. La strategia ORMAI CONCLAMATA di Berlusconi e’ di occupare tutta la scena attirando l’attenzione su qualche scandalosa cazzata che fa: davvero credete che un vecchio di 70 e rotti anni, operato alla prostata, piu’ volte vittima di problemi cardiaci, possa sbattere otto donne a notte , con tanto di dichiarazioni estatiche tipo “mi sembrava un sogno tanto era bello”? Non capite che vi sta distraendo?
L’unico modo per combattere Berlusconi e’ togliergli un pezzo del palco ed occuparlo. Per occuparlo, occorre cacciarlo. Questa occasione arrivava a puntino. Io ho si e no 3000 lettori unici a pezzo. Ma Wikipedia ne ha milioni. Se aveste davvero le menti fini che dite di avere, potevate lanciare l’idea: vuole il bavaglio? Gli diamo il bavaglio: che nessuno, per settimane o mesi, parli piu’ di lui, del suo partito, dei suoi parlamentari. Solo e soltanto dell’opposizione, dei loro partiti, dei loro parlamentari.
Berlusconi vuole occupare TUTTA la scena. Se ne occupa solo una parte, non funziona piu’: lui ZiTTISCE, lui censura portando tutti gli ascoltatori a guardare lui: fa cucu’ alla Merkel o da’ del negro a Obama o dice Forza Gnocca, ma alla fine dei conti tutti gli occhi sono su di lui.
Il processo di comunicazione ha due capi: uno che invia il messaggio e uno che lo riceve. Le passate dittature e le censure si concentrano su chi invia il messaggio, zittendo chi manda messaggi sgraditi. Berlusconi e’ piu’ sofisticato: agisce sull’altro capo della comunicazione, portando l’ascolto su di se’. E’ semplice, ottiene gli stessi effetti della censura, ma non impedisce a nessuno di parlare: gli impedisce di ricevere attenzione.
Sia chiaro, non c’e’ nessun limite fisico che impedisca a Bersani di avere attenzione. C’e’ una attenta manipolazione del pubblico: mentre Bersani parla, arriva lui e zac… FORZA GNOCCA! E nessuno ascolta piu’ Bersani. Non lo ha censurato. Non ha impedito nulla, ne ha usato la forza: ha solo fatto in modo che gli occhi si puntino da Bersani a Lui. E nessuno ricorda piu’ che cosa ha detto Bersani.
Sono 20 anni chefotte l’opposizione cosi’. Vent’anni che l’italiano NON sa cosa pensi l’opposizione perche’ tutta la stampa e’ occupata dalle polemiche e dalla figura di BErlusconi.
Come Wikipedia, potevate davvero reagire al bavaglio, semplicemente…. accontentandolo. La legge rende impossibile scrivere pagine su Berlusconi perche’ i suoi avvocati chiederebbero continue correzioni? Bene, togliete la pagina. Ci mettete “Membro della specie Homo Sapiens, maschio, adulto”. Fine.  E’ tutto vero. Basta.
Potevate lanciare questa idea ai giornali. Pensate: Il Corriere, la Repubblica, La Stampa, che improvvisamente lanciano “un mese senza Berlusconi”. Trenta giorni nei quali NON esce NIENTE che riguardi lui, il suo governo, il suo partito, i suoi uomini, ma TUTTO lo spazio “politica” dei giornali e’ dedicato all’opposizione. Nei bar si parlera’ solo di opposizione. Negli uffici si parlera’ solo di quello, perche’ sui giornali non si legge altro.  (1)
La TV e’ potente ma non basta a vincere le elezioni. Un’idea del genere poteva dilagare. Potevate almeno svelare un trucco che , ma forse ho troppa fiducia nella razza umana, ormai e’ evidente ma non del tutto chiarito. Ma voi avete scelto la solita, stupida “mobilitazione” che ha FALLITO negli ultimi 20, 40, 60 anni , la solita merda di protesta. Avevate una piattaforma formidabile da cui lanciare un’idea formidabile. Non lo avete fatto.
Come altrimenti dovrei definirvi?
Uriel
(1) Oh, si, i giornali di Berlusconi. 22 mila copie in tutto. Ahaha.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...