Di adozione

Che bella analisi. Credo colga il centro del problema, ovvero che il debole da porre al centro dell’attenzione è il bambino.

PS: scusate per il reblog qui su Niente Stronzate, l’ho messo qui per errore. Dovevo ribloggarlo su buseca

Diemme - La strada è lunga, ma la sto percorrendo

Mano bimbo adulto

Perlando di problematiche relative agli omosessuali è venuto più volte fuori il tema dell’adozione che, con l’omosessualità, secondo me non ci azzecca né poco né punto.

Eccellente il nuovo concetto abbracciato dal diritto di famiglia per cui  “adozione” non significa “dare un bambino a una famiglia”, ma “dare una famiglia un bambino“: con l’adozione infatti s’intende colmare il bisogno di un bambino solo e abbandonato, non soddisfare un capriccio (o legittima aspirazione che sia).

Oggi leggevo questa frase molto vera e significativa: “Il bambino deve essere felice, non farci felici”.

Tutto questo credo che metta un punto alla questione dell’adozione da parte di coppie omosessuali (ed eterosessuali): non c’interessano – in questo contesto intendo – i loro sogni, bisogni, desideri, rivendicazioni, etc. etc., c’interessa unicamente che il bambino abbia una famiglia, trovi un suo equilibrio, superi i suoi traumi.

E’ lui al centro dell’universo dell’adozione, non gli adulti.

View original post 809 altre parole

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...