Böse 2015-12-02

loweel2015-12-01 23:45 The problem is not if people can get you using your pseudonym. The problem is people can get your pseudonym following you: imagine you apply for a job. You are using your real name. Then the HR will use a software which is searching for your name on the web, looking to pictures, things you said, and so on. This cannot reach your pseudonym. So a pseudonym is not about hiding your real identity, is about protecting your real identity.
New comment by loweel


  • PS: questo pezzo e le altre magnifiche elargizioni di saggezza di Uriel Fanelli LowEel sono analizzate su un altro blog degli Untermenschen che curano questo specchio.
  • PPS: pezzo automagicamente caricato da Fornello! Se sembra frammentario è il bello dei microblog, bellezza! E mancano le foto sì; d’altronde non è che potete pretendere granchè da uno scriptino buttato giù in fretta e furia…

Annunci

11 pensieri su “Böse 2015-12-02

    • E di grazia mi spiegheresti perché lo sarebbe visto che il suo server ha contenuti pubblici pubblicamente leggibili? Ok, ha giocato con le iptables ed ha bannato tutto gli IP italiani. Ma WordPress sta in America e lo script che fa lo specchio è in cloud. Se non voleva essere letto bastava pigiare la cediglia “sito privato” quando ha installato GNU Social. É un’opzione che ti viene proposta quando lo installi.

      Mi piace

    • Prova a spiegarmelo. A differenza del protagonista di questo specchio io non ho la pretesa di essere sempre nel giusto e gli altri nel torto.
      Se fossi lui probabilmente saresti già stato bannato. Ma io non sono Uriel Fanelli e qui non si banna nessuno. ☺

      Mi piace

  1. Non capisco perché continuare a seguire le tracce di una persona che vuole farsi i fatti propri in conversazioni sui fatti propri. Un conto era rendere di nuovo disponibili i pezzi in forma di archivio – cosa che apprezzo e di cui ti ringrazio – un altro conto è continuare a inseguirlo sulla rete. Lascialo perdere, che ha scritto cose belle e con uno spirito e una libertà rare di questi tempi. Poi che sia un iracondo o un permaloso non è un mio problema, né tuo.

    Mi piace

    • Detto così ha un suo senso…. ☺
      Però il buon Henry Mary ha lasciato tante di quelle tracce dietro di sé che sembra veramente inverosimile la tesi che voglia ritirarsi a vita privata. A parole dice di voler essere lasciato in pace. Ed invece si comporta come se il suo fine fosse opposto.
      Ha – o almeno dice di avere – le competenze tecniche per “sparire” e farsi una novella identità in rete.
      Per dirla tutta ci ha già provato almeno una volta se non due. Con la velocità con cui l’han sgamato (era prima che lo conoscessi) mi viene il dubbio che le conoscenze e l’abilità che dice di avere sia millantato credito, tipo la sua competenza con l’ada…. ☺
      A questo punto credo che lascerò attivo lo script lasciando però i pezzi di boseburo.ddns.net privati….

      Mi piace

  2. a me non dispiace seguire i commenti di uriel da qui. lo trovo comodo.
    e poi finche si tratta di creare un mirror dei suoi msg pubblici. dov’è il problema?
    e parlo da fan di uriel 😉

    Mi piace

  3. Per me è solo una questione di volontà espresse, in un modo o nell’altro. Lui non vuole più essere letto dall’italia. Period. Vi state comportando come i paparazzi che inseguono le celebrities fino nel bagno del ristorante. Ma lui non è Brad Pitt, e ha tutto il sacrosanto diritto di non essere inseguito. Anche se lascia tracce in pubblico, non significa che voglia essere ascoltato da noi. Immaginati di essere seduto al bar con un amico a parlare dei fatti vostri e uno, al tavolo a fianco, interviene in continuazione per commentare quello che dite con quello che siede con lui. Ma ad alta voce, e non risparmiandosi commenti pungenti e insinuazioni offensive. Bello, no? Ecco, è quello che accade qui. Poi non ho niente da insegnare a nessuno, io. Da lettore di KeinPfusch mi dispiace questa ostinazione nei suoi confronti, perché anche se non so chi sia e non mi interessa saperlo mi sembra un bel tipo.

    Mi piace

    • Boh l’esempio che fai non mi convince. Noi non commentiamo sul suo spazio su gnusocial, quindi non possiamo interferire con le sue conversazioni come avviene invece nel tuo esempio del bar. E indubbiamente anche lui sapra che fintato che scrive in pubblico, espone i suoi interventi ai lettori di tutto il mondo, italia inclusa.
      poi dici: “ha tutto il sacrosanto diritto di non essere inseguito”. che questo sito o i suoi utenti facciano qualcosa che viola i diritti di uriel dal punto di vista legale, resta da provare. e se hai ragione, ne segua quel che deve seguirne. fino ad allora la tua, mi pare un’espressione un po melodrammatica che reclama comprensione nei confronti di qualcuno che di comprensione verso gli altri non ne ha mai mostrata granche, in soccorso di qualcuno che a quanto pare sa difendersi bene da se (in senso legale, tecnico e caratteriale), e si appella al diritto di privacy per qualcuno che ha dedicato anni a crearsi una notorieta da guru paranoico, maledetto e fustigatore delle debolezze e incompetenze altrui, ma soprattutto nemico della censura altrui su internet! quindi non capisco su che basi possa rivendicare tale diritto!
      non escluderei manco che il mirror torni comodo a uriel che tanto si è adoperato per costruirsi la sua fama di “perseguitato”! anzi a volte sospetto che raffaele possa essere un ennesimo alterego di uriel o un suo accolito! 😉
      forse noi abbiamo preso uriel per brad pitt, ma forse tu lo hai preso per moana pozzi.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...