levhp

Questa e’ la Homepage personale di Lev.

– Perche’ Lev?

Perche’ Lev vuol dire Leone in Russo, e il leone e’ l’animale simbolo del coraggio. Coraggio di andare avanti, coraggio di essere se stessi, anche quando nessuno ti vorrebbe cosi’.

Il coraggio che prego di avere anche in futuro. Se non lo avro’…..beh, uno in meno sul pianeta. E una pagina in meno sul web 🙂

– Perche’ Lev e non il mio vero nome?

Beh, diciamo che… ne ho abbastanza di essere massacrato per cio’ che sono. Per una volta, almeno qui su internet, avrete a che fare con un logo, e non con il sottoscritto in carne ed ossa.

Frustrante? Per chi mi vuole fare del male gratuitamente, si.

Gli altri possono provare a scrivermi…se siete ok, magari vi faccio entrare nel mio mondo.

Vale la pena?

Decidete voi.

Orrori

i so’ pazz,i so’ pazz…

nun mi scassat’ u cazz!

Chi sono…..

Segno : Scorpione

Ascendente : Scorpione

Studi: Laurea in Matematica

Passioni: Rave Party, Arti Marziali , Fiere del Libro, Buona Cucina, Sesso .

————

Quando non sono un comune consulente informatico, vado in giro a ballare, coccolo i miei stupendi micini, mi piace leggere di Abel, Adler, Anais Nin, Henry Miller, Nietzsche (non sono nazista pero’), Schopenauer, mi piacciono i film demenziali, i film comici, quelli di fantascienza, (W Star Trek!), quelli porno, Nathan Never, Legs, gli originali di Lobo (non la serie mensile che fa skifo), Focus e Newton.

Frequento abbastanza i centri sociali, meno le discoteche da pettinati, aborro cose squallor-pop come la festa dell’unita’  ,  mi piacciono abbastanza gli ambienti Goth, di cui odio pero’ il satanismo annoiato.

Le ragazze mi piacciono solo se sorridono spesso e fisicamente un po’ abbondanti, i maschietti solo se sono veramente bravi…;-P

Da dove vengo

il mio cammino fin qui

Contrariamente a quanto potreste pensare, “da dove vengo” non e’ riferito ad un luogo geografico,bensi’ a quelli che io chiamo “i luoghi della vita”.

I luoghi della vita sono quelle situazioni, che sono un po’ la causa del nostro modo di essere, di cio’ che pensiamo e di cio’ che siamo.

Il cammino di cambiamenti e di situazioni che sono la “causa” di Lev, cosi’ come si trova ad essere.

E’ difficile capire cosa, piu’ di tutto, abbia contribuito a farmi essere cio’ che sono….vediamo di elencare i fatti piu’ eclatanti.

Cominciamo dall’inizio.

1970: 31 Ottobre

Lev viene alla Luce: il mio primo vagito.

Non ricordo molto di quando naqui, se non il fatto che…ero molto giovane. 🙂

1985: giugno

Il primo rapporto sessuale completo. Qualche settimana dopo…il primo amore.

1985: luglio

Vengo scoperto dalla famiglia: il mio primo amore e’: un maschio, come me.

Inizia una estenuante “terapia” presso una nota psichiatra della mia citta’, nel ridicolo tentativo di “guarirmi” dall’ omosessualita’.

La psichiatra e’ stata consigliata caldamente alla mia famiglia da….un prete, “specializzato” in casi come il mio, a sua volta consigliato dal parroco di fiducia.

1988:31 ottobre.

Lascio la mia casa natia. Ho 18 anni. Per un po’ vivro’ da mia nonna, poi finiti gli studi, da solo.

Chissa’ che sapore aveva quella torta di compleanno.

Qualche mese dopo, un diploma passa senza quasi lasciare traccia in un mare di tristezza.

1991: 2 febbraio

Scopro la religione Wicca. Lei, la Dea, inizia a parlarmi. Con Lei ho un rapporto bellissimo.

1992: febbraio

Inizia la piu’ bella storia d’amore della mia vita (finora), un ragazzo con il quale ho convissuto 2 anni, uno studente come me.

1994: settembre

Per la prima volta , faccio l’amore con una donna. Scopro di essere bisessuale.

1995: 17 luglio

Laurea in Matematica.Non c’e’ neanche un parente alla festa, tranne mia nonna.

Ecco…..dopodiche’ il servizio militare, ed il lavoro…..credo, in piccole tappe, di avervi detto tutto quello che ha veramente prodotto…Lev.

Io, cosi’ come io sono.

Sesso

Vi potra’ sembrare strano, che io mi metta a fare un sito parlando di come io vivo il sesso.

Eppure, guardandomi indietro, mi rendo conto che la mia vita e’ stata pesantemente influenzata dalle conseguenze sociali della mia sessualita’.

Scoprire a 15 anni e mezzo di amare gli uomini e’ stata, diciamo una rivelazione.

Una volta capito questo, ho capito cos’era quel calore, quell’affetto che provavo verso di ..lui, il mio amico preferito. Quella stretta al cuore, quel piacere di stare con lui.

Non mi ci e’ voluto molto a capire che fosse amore. Un amore che mi e’ costato caro…..in apparenza.

Ma la verita’ e’ che non stato il mio amore a dividermi dalla famiglia, e dal paese natio.

Hanno cercato di farmelo credere tutti, questo si. Hanno cercato di farmi credere che mi sarebbe bastato poco, “essere come gli altri”, per riconquistare tutto, la famiglia, l’affetto del paese, gli amici.

Ma avrei avuto tutto, tranne la felicita’.

E le stesse persone che spesso mi prendevano in disparte per parlarmi…a volte avevano le mani un po’ troppo lunghe e insinuanti. Un po’ troppo per essere convincenti.

A questo punto…..cosa dovrei pensare del piccolo paese di provincia, un paese come i rapanelli, rosso fuori e bianco dentro?

Ecco…come il sesso ti cambia la vita.Come l’ha cambiata a me.

Un amore che ha resistito a tutta la crudelta’ di una psichiatra delusa da un divorzio, che tentava di farmi diventare il suo uomo ideale. Io, a 15 anni e mezzo, l’uomo ideale nelle fantasie malate di una donna di oltre 50.

E tutto questo non ha potuto nemmeno intaccare l’amore che provavo per lui. La storia e’ finita come doveva, quando doveva, e perche’ doveva. Ma loro non ce l’hanno fatta.

Poi, dopo 9 anni in cui mi credevo assolutamente gay, assolutamente disinteressato alle donne, ecco arrivare un lampo nella mia vita. La potenza abbagliante con cui e’ arrivato mi fece capire che, alla fine, sono sempre stato bisessuale.

E che una psichiatra che tentava di farmi andare con le donne aveva solo represso proprio….la mia capacita’ di andare con le donne.La mia volonta’ di farlo.

All’epoca…le trovavo assolutamente, inutilmente, crudeli. Ed in effetti, mettetevi nei miei panni: con i maschi, avevo rapporti completi, appaganti, totalmente disinibiti. Con le donne…..prima la guerriglia psicologica del corteggiamento tra adolescenti. Poi gli assurdi divieti, questo no, e le mani li no, e quest’altro solo se mi sposi.

E poi, tutte quelle arie, tutto quel tirarsela, quell’ignorarti altezzosamente, come se io dovessi richiedere il “privilegio” di essere preso in considerazione. Troppo umiliante, lesivo della dignita’.

Dal mio punto di vista, chi correva dietro alle ragazze era un pazzo masochista.

Solo a 24 anni, ho potuto vedere, forse, la prima donna adulta della mia vita. E li ho capito che potevo riuscirci. Sul lato fisico, certo.

Sul lato del rapporto….no, trovo troppo nevrotico il rapporto eterosessuale. Troppe maschere, troppe ipocrisie, troppe cose non dette. Rispetto al rapporto “allo specchio” tra uomini, il rapporto etero e’ una farsa ipocrita fatta di cose non dette, di stupide finzioni, e di una recita inutile quanto umiliante.

Comunque, diciamo che teoricamente, se la cultura dominante fosse diversa, potrei andare anche con delle donne per piu’ di una notte.Non e’ colpa mia se la cultura e’ quella che e’, e certo, avendo alternativa….perche’ dovrei turarmi il naso e andare avanti, come fanno tutti?

RELIGIONE

Sono uno Wicca.

Ma…cosa e’ lo wicca?

Wicca e’ un contenitore etico, dentro il quale si trovano diverse
religioni, tutte orientate
alla natura e alla divinita’ femminile.

Il contenitore etico si basa essenzialmente su una legge chiamata REDE ,che dice

“Se non danneggia nessuno, fa cio’ che vuoi”,

e sulla percezione dell’integrita’ spirituale come diritto inalienabile dell’individuo.

All’interno di questo contenitore, ci sono diverse religioni , diverse tradizioni..

Potrete comunque saperne di piu’ andando su http://www.streghe.com  , il mio sito preferito.

GATTI

I gatti, sono una delle mie passioni, forse gli animali che piu’ preferisco.

Anzi, a volte non mi sento di chiamarli animali.

Non me la sento perche’ il rispetto per le mie emozioni, la ricerca del mio calore, me li fanno considerare….essere umani, troppo umani.

Il gatto e’ l’animale piu’ umano, forse, nel carattere, tra gli animali.

Eccovi le foto dei due stupendi tesori che vivono con me.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...